•  Precedente
  • 1
  • ...
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9(current)
Formazione (Chirurghi con la patente tarocca)
#81
(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: Quindi accetteresti un lavoro in base a questi requisiti:
tuo postulato di fantasia stabilita arbitrariamente in base a credenze tue, non reali e sbagliate

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: - non ci sia burocrazia;
- non ti cambino mai gli orari all'ultimo minuto;
- fai solo quello strettamente attinente al tuo lavoro.
elenco di dati casuali merginalmente o per nulla rilevanti o attinenti con qualsiasi cosa io abbia detto in precedenza, ma liberamente associati da te in base a convinzioni sbagliate tue

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: Capito. Non lavori.
conclusione altrettanto sbagliata, ovviamente, dato che è frutto di un ragionamento errato basato su premesse errate, che hai fatto, ripeto, tutto da solo

faccio giusto notare questi 3 step, qui molto chiari, perchè è un pattern che si ripete con una costanza nauseante nelle tue risposte

la mancanza di punti interrogativi a concludere le frasi su cose che non hai capito e l'abbondanza, invece, di esclamativi sono un'ovvia dimostrazione della poca capacità critica e della troppa arroganza intrinseca nella tua percezione



(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: sugli altri ti avevo già risposto
hai risposto come sempre "secondo me non è così"
che continua a valere ZERO per l'universo
evidentemente per la tua testa vale di più, ma non è un problema di nessuno tranne tuo

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: ma credo che hai grossi problemi anche di comprensione dell'italiano (come ti dimostrerò, ancora una volta, tra qualche riga);
dato che l'unico a non capire quello che legge e rispondere, infatti, peggio (come ti ho dimostrato già qualche riga prima) sei TU mi sembra che questa frase sia già sufficientemente ridicola da sola, senza bisogno che io la commenti oltre

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: le conclusioni sono evidenti:
sono evidenti, infatti tu ne trai sempre altre, sbagliate... fatti 2 domande

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: se ti rompi il cazzo delle regole dell'università, figuriamoci che disastro potrai essere sul lavoro dove le regole da seguire son 10 volte tanto;
perchè per l'ennesima volta non hai capito un cazzo o hai fatto finta di non vedere per non dover ammettere i tuoi errori
dato che ti ho già spiegato che le "regole" non sono "del lavoro" ma della mafia che ti vincola ai SUOI parametri arbitrari
dato che ti ho già spiegato che quando l'unica regola è il risultato prodotto (com'è sempre stato per centinaia di migliaia di anni) non ci sono MAI problemi di regole a cui star dietro e burocrazia
dato che ti ho già spiegato che le regole non hano nulla a che vedere con la formazione
...
non che mi aspetti che tu ora veda miracolosamente la luce, ma ribdisco tanto per rendere più chiaro come ti stai mettendo in ridicolo

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: rileggi la 1.
rileggi la risposta alla 1

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: Funziona così nelle tue fantasie.
funziona così nei FATTI
IO ho dei venditori e COSI' funzione ADESSO nel 2018
quindi come al solito stai sparando stronzate senza sapere nemmeno di che cazzo parli
il fatto che tu dai per scontate delle regole che non ci sono non significa che il modo OVVIO in cui le cose funzionano sia una fantasia
significa solo che sei ignorante e non vuoi ammetterlo

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: Nella realtà:
nella realtà te l'ho appena detto come funziona
tu ovviamente non puoi ammetterlo perchè per l'ennesima volta quello che ti da torto preferisci non vederlo
e va benissimo così
il mondo continua ad essere come dicono i fatti e non come dici tu

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: chi si occupa delle vendite per un azienda di commercio, può essere licenziato nell'arco mediamente di 3 mesi se vende troppo poco;
se un'azienda di commercio è così idiota da voler sprecare 100 avvocati e tonnellate di contratti per vincolare con migliaia di clausole del cazzo qualcuno a dargli uno stipendio fisso a patto che raggiunga un minimo, entro un tot..... (si vede subito che stronzata di complicazione affari semplici sia) piuttosto che fare quello che poi coi numeri è esattamente uguale, ma più diretto, ossia dire chiaramente che il tuo lavoro è fare entrare un tot di soldi...
sono affari dei cretini che gestiscono quell'azienda
non è che la realtà è così, perchè per 200.000 anni non c'era la scrittura e nessuno faceva scambi secondo regole arbitrarie decise adesso nel 2018 da branchi di coglioni e di altri coglioni che gli danno retta e le sostengono
parti sempre dai tuoi presupposto artificiali e SBAGLIATI in tutti i tuoi "ragionamenti"
per quello alla fine arrivi sempre a conclusioni sbagliate
ma non è nemmeno tutta colpa tua

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: - chi vende in proprio, se non vende abbastanza, non ce la fa più a star dietro le spese e le scadenze.
spese e scadenze non devono essere problema di nessuno se non di sè stesso per chi vende in proprio
spese e scadenze sono IMPOSTE con le ARMI dagli stessi organi che IMPONGONO sempre con le ARMI i parametri entro cui agire o meno
sono tutte stronzate decise arbitrariamente da gruppi di incompetenti che, infatti, hanno bisogno delle armi per imporle
se fosse regole reali e sensate se le imporrebbero tutti da soli nelle transazioni e non ci sarebbe nessun bisogno di imporle

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: Posso documentarti entrambe le situazioni: riguardano persone che conosco.
a quanto pare per te non conta niente dato che io ti ho documentato TUTTE le situazioni di cui parlo, compresa questa, per sentirti dire la cazzata che "secondo te in realtà funziona diversamente" quindi non so proprio più che farci di queste documentazioni
ho documentazione di persone che hanno 9 dita
ciò non cambierà mai nell'universo il fatto che gli esseri umani naturalmente hanno 10 dita e funzionano benissimo così
se gliene tagli uno non è che quella diventa la "realtà"

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: Tu, come al solito, non sei in grado di documentare un cazzo.
io come al solito ti ho documentato tutto, ma tu fai finta di non leggere e prendi stralci che non capisci fuori contesto per inserirsli in tuoi ragionemaneti SBAGLIATI basati su premesse SBAGLIATE e quando vieni regolarmente ri-smerdato facendoti notare che ti parlo per esperienza personale fai finta di niente o commenti col solito "ma secondo me no"
il tuo infantilismo non è nemmeno da asilo per la sua sconfinatezza, altro che laurea... se questa è la capacità critica e mentale dei laureati ci credo che hanno deciso di eliminare gli ordini
e bene che fanno a distruggere un sistema che sforma lobotomizzati così

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: Assaggerò le pizze di tutti quelli che già san fare le pizze.
quelli che già san fare le pizze non lo decidi tu se le sanno fare, lo decide il fatto che abbiano fatto la pizza
punto

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: Nel lavoro non può esistere la fiducia "a scatola chiusa" ed è ovvio che sia così.
e invece non è ovvio un cazzo
CERTO CHE DEVE ESSER COSI'
ma quando introduci un sistema di TITOLI e obblighi PER LEGGE (sotto minaccia ARMATA) a dare precedenza a uno col titolo piuttosto che a quello che fa MEGLIO il suo lavoro, quello che è OVVIO non si può più fare
o si può fare solo di nascosto aggirando la legge
che è quello che tocca fare alle persone con un po' di cervello
questo si chiama un sistema MALATO

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: Altrimenti tutti millanterebbero tutto... tanto l'ingenuo di turno che ci casca e si fa fregare lo troveranno comunque.
e infatti non bisogna dargli mezzi in più per millantare (titoli di studio) ma demotivare il millantare
ossia togliere qualsiasi guadagno dal semplice "aver ottenuto un lavoro" che si fa SOLO millantando e VINCOLARE ogni tipo di vantaggio al RISULTATO
questo è un sistema SANO in cui AUTOMATICAMENTE millantare ti fa solo perdere tempo, tanto guadagna chi porta il risultato

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: Ed è il motivo per cui quei 4 disperati si son tenuti a galla fino a qualche tempo fa.
il motivo per cui lo fanno è che c'è un gruppo di idioti abbastanza numeroso che prende per buoni i loro "titoli"
così anche senza produrre un cazzo possono dire bene e "grantire" l'uno dell'altro (salvo poi non ripagare per i propri errori) e essendo che vendono il nulla a parole ce l'hanno sempre vinta
come se io dichiarassi che tu sei autorizzato a fare lo psicologo e tu dichiarassi in cambio che io sono autorizzato a fare l'arredatore
se abbiamo 100 idioti che ci danno retta, tu hai 100 clienti e io ho 100 clienti
punto
se io e te fossimo pagati SOLO per i RISULTATI EFFETTIVI che produciamo, tutto questo non potremmo farlo
non è diverso IN NULLA dal sistema degli albi professionali
in NULLA

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: E meno male che te l'avevo scritto nella prima riga:
quindi di tutto quello che ti ho spiegato dopo in 100 righe manco hai capito una parola
l'importante per te è che avevi detto norme, anche se per tutto l'esempio ti ho spiegato e molto chiaramente che non hanno nessuna rilevanza se sono sbagliate e l'esempio verte PROPRIO sul fatto di stabilire e COME stabilire in base a pareri discordanti se le norme siano sbagliate o meno...
vabè che ormai stai delirando palesemente, abbiamo capito che vuoi solo sentirti dire che hai ragione quando non ce l'hai
ma continui a non averla
e continuerai anche se ti convinci del contrario e se ti senti più figo a tralasciare tutto il ragionamento lineare senza ammettere che effettivamente non fa una piega e che va bene sia in caso di norme giuste che di norme sbagliate o assenza di norme
a me va benissimo, veditela tu con la tua coscienza
io la verità te la dico, poi tu puoi farne cosa ti pare

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: I dati di una prova sono acquisiti in digitale da pc dagli anni '80 ...
certo, era proprio questo il punto, allora cambia tutto
complimenti
è come dire che non ci sono più incidenti stradali perchè ora c'è google maps
bravissimo
ribadisco che devi fare politica

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: Ancora una volta: i numeri son quelli, la prova è quella. Cosa vuoi travisare?
se i numeri sono quelli va benissimo che ognuno se li veda da sè e non sia COSTRETTO PER LEGGE a fidarsi di chi DICHIARA che quei numeri li ha ricavati e riportati onestamente
cosa che può BENISSIMO non aver fatto
e che se anche ha fatto, non ha ragione di scoraggiare ulteriori controlli perchè saprebbe che chiunque otterrebbe gli stessi numeri
quindi già è un ragionamento che non ha senso a meno che uno voglia difendere una posizione indifendibile per interessi personali
un po' quello che fai tu in questa discussione

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: E ammesso che sbagli una prova, l'errore viene compensato dalla ripetizione delle prove.
ti ho già dimostrato come NON sia così
ma per te non importa la realtà
importa ribadire le stesse cose sbagliate facendo finta di non aver capito che sono sbagliate
va bene, i tuoi figli avranno di che vantarsi nelle fila dei loro antenati per questo tuo comportamento estremamente degno

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: Del resto i primi codici di calcolo, lentissimi, funzionavano proprio sulla compensazione degli errori per avere risultati più precisi.
i codici di calcolo non sono persono, non hanno titoli e non "danno" titoli
il giorno che le persone saranno governate da algoritmi e software non-umani si potrà fare un altro tipo di discorso
oggi no, oggi il discorso è che ci sono le persone
e se le prove fossero così oggettive infallibili e non erroneamente travisabili come dici, ripeto, non ci sarebbe ragione di imporre un solo risultato testato una volta da sole persone sottomesse a e autorizzate da un ordine autoproclamato
non servono le armi per imporre le regole OVVIE sul funzionamento naturale del mondo
ripeto:
tu compri una scala PER arrivare al balcone
i casi sono 2: ci arrivi o non ci arrivi
hai un solo modo per saperlo: prendere sta scala e salirci fino al balcone
TU non un'altro gruppo di persone che non sai in che modo e con chi si possano mettere d'accordo per dichiarare cosa
PUNTO

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: Guarda che, fin'ora, chi millanta di insegnare e di essere competente (in cosa non si è ancora capito... e siamo a 8 pagine) sei tu.
a sto punto hai dimostrato di non sapere il significato della parola millantare
errore comprensibile, te lo perdono
però vedi di piantarla di usare parole che non capisci
morale: con quest'altro attacco da comizio politico alla Salvini, alla fine, non mi hai dimostrato un cazzo

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: E per me, fin quando non documenti il contrario, hai addosso il marchio di "millantatore".
altra cosa di cui non capisci il significato
e forse te l'avevo già detto ma ripeto:
a me di quello che tu pensi, dici e fai non me ne frega un cazzo di niente
mi pesa meno di una sborrata di balena nell'oceano
e non saranno certo le stronzate dette da te o qualsiasi altro coglione frustrato che non si senta abbastanza uomo nella vita a marchiarmi di niente
sono pulito su tutto il corpo come lo ero prima di impantanarmi nei tuoi infantilismi e lo sarò indipendentemente dalle cazzate che ritieni di credere
e se pensi di avere qualsiasi influenza a riguardo stai sopravvalutando esageratamente il tuo piccolo cervellino

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: Perché di me sono documentabili anche le virgole.
1) ancora adesso non hai documentato niente
2) non te l'ho chiesto e non mi interessa
3) ciò non toglie che non hai documentato niente e hai solo messo il broncio ogni singola volta che un ragionamento LOGICO e OGGETTIVO ti ha dimostrato l'infondatezza delle tue posizioni
4) il fatto che tu abbia torto non è influenzato da nessun tipo di titolo di studio, ecclesiastico o nobiliare che tu possa esporre infantilmente
5) ciò non di meno qui si sono visti tanti titoli tuoi quanti titoli miei
6) di conseguenza poichè a me non interessa mentre a te sì e tu hai documentato tanto quanto me, l'unica persona che TU (sempre) stai "marchiando" come millantatore sei proprio TU dato che continui a pretendere che la tua parola (in errore) venga considerata "di più" sulla base di titoli che NON HAI MOSTRATO, mentre io non mi faccio fregio di nessun titolo e dall'inizio continuo PRETENDERE che sia dato peso solo ai FATTI
7) ti converrebbe spendere meno energie a frignare di "essere documentabile" e spenderne un po' di più a capire di cosa parli e non sparare cazzate sulla base di tue credenze sbagliate, ma prendere contatto con la realtà del mondo prima

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: Ed hanno confermato che funziona ripetendo la prova e facendo ripetere la prova da altre persone.
MA FUNZIONAVA LO STESSO
non è che la penicillina non funzionava FINCHE' l'ha detto l'ordine
quelli a cui ha salvato la vita un signor nessuno che gliel'ha data illegalmente mentre questi idioti facevano prove per vedere se autorizzarlo e lucrarci sopra come farmaco miracoloso vietandone l'utilizzo da parte di tutti tranne che "dei loro" sono salvi NONOSTANTE l'ordine, non GRAZIE all'ordine
l'ordine non ha fatto altro che REPRIMERE la possibilità
in questo caso, fortunatamente, senza successo (completamente almeno)

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: Se non avesse funzionato in tutte queste ripetizioni, sarebbe rimasta una muffa.
non sarebbe rimasta un cazzo
perchè funziona
E' GIA' SUCCESSO
e ci si è salvato la vita chi l'ha presa PRIMA come chi l'ha presa DOPO l'inutile "approvazione"
PUNTO

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: Che è quello che sta succedendo già da un paio di generazioni.
non hai visto i video che ti ho detto di guardare
e si nota
tagliamo corto
quello che sta succedendo è abbellire e aggiungere componenti su una bicicletta rotta
mentre l'unica cosa sensata è tirare giù tutto e rifare da capo con più criterio
che, si, questo è quello che sta (finalmente) avvenendo nel mondo riguardo però agli ORDINI PROFESSIONALI che ormai è talmente chiaro per tutti che sono dei parassiti che non possono più campare a lungo solo con l'imposizione delle armi senza un minimo di illusione che supporti la cosa

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: Ed è il motivo per cui, ad esempio, la ricerca procede talmente in fretta che i testi specializzati non li traducono neanche più: si fa prima a studiare e imparare tutti l'inglese per poter studiare direttamente in inglese.
no, il motivo è che ci sono dei mezzi tecnologici e di ricerca e dicomunicazione (realizzati per lo più da gente OSTACOLATA dal sistema e che ha dovuto lottare il doppio per il doppio del tempo per farcela con doppia fatica NONOSTANTE il sistema) che ora permettono a tutti (anche a quelli che hanno ostacolato la cosa) di fare tutto mille volte più velocemente
non è per 4 cazzo di riforme inutili in un sistema che crolla da ogni parte
è come dire che ora la ricerca è veloce grazie al 3+2
fa ridere i polli

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: Il motivo per cui i ritmi lavorativi di adesso, non sono più quelli di 30 anni fa, almeno nelle realtà aziendali più moderne.
i motivi sono sempre gli stessi, ci sono mezzi creati da NON appartenenti agli ordini e gente che ha lavorato ai LIMITI o FUORI dal sistema malato che li ha ostacolati che sono riusciti a emergere NONOSTANTE il sistema e che ora che esistono il sistema ha fatto proprio e grazie ai quali tutto può andare 30 volte più veloce
ripeto: non c'entrano un cazzo le 4 riforme inutili (di cui 1 dannosa e 2 che si neutralizzano a vicenda) che qualche poveretto può aver fatto in un sistema in cancrena

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: Nessuno ti proibirà mai di ripararti da solo la tua televisione a casa tua.
ma ti proibiranno di assumere il pizzaiolo più bravo al posto di quello con più titoli
che è la stessa cosa, solo che lì c'è più da rubare
punto

(12-12-2018, 17:12 )Jumpy Ha scritto: Ma se è la televisione del bar, che vengono a vederla 500 persone, che se prende fuoco può danneggiare i clienti, è normale che deve essere controllata da chi legalmente se ne può assumere la responsabilità (dato che il proprietario del bar non è tenuto a conoscere come funziona una televisione).
e infatti è sufficiente che chi la ripara (CHIUNQUE SIA, anche mia nonna) se ne assuma la responsabilità
coi FATTI non a parole
che significa che:
1) non guadagna un cazzo se non produce il risultato (ossia la tv funziona)
2) se fa qualsiasi tipo di danno HA GIA' VERSATO una cauzione o una garanzia FISICA equivalente per coprire i danni e tutti i danni verranno pagati con quella (quindi CI PERDE se fa cose che non è in grado di fare) più il costo di un nuovo televisore
non ci vuole altro
un sistema SANO è quello dove chi fa una cosa che non dovrebbe fare CI PERDE e basta mentre chi RIESCE ci GUADAGNA indipendentemente da chi dice cosa di lui
punto
non c'è un cazzo di complicato
tranne mangiarci sopra e ingrassarsi sul lavoro di altri
Like Cita messaggio
#82
(13-12-2018, 21:07 )-Grey- Ha scritto: faccio giusto notare questi 3 step, qui molto chiari, perchè è un pattern che si ripete con una costanza nauseante nelle tue risposte

la mancanza di punti interrogativi a concludere le frasi su cose che non hai capito e l'abbondanza, invece, di esclamativi sono un'ovvia dimostrazione della poca capacità critica e della troppa arroganza intrinseca nella tua percezione

Potrei risponderti, facendoti notare che, chi come te (ab)usa di avverbi "assoluti" come: sempre, mai, tutti, nessuno, e come te, riconosce per "vero" solo le sua realtà (spesso ricavata da pareri personali e discutibili) ha delle distorsioni cognitive.

(13-12-2018, 21:07 )-Grey- Ha scritto: che continua a valere ZERO per l'universo

Me ne farò una ragione: l'universo è grande.

(13-12-2018, 21:07 )-Grey- Ha scritto: dato che ti ho già spiegato che le "regole" non sono "del lavoro" ma della mafia che ti vincola ai SUOI parametri arbitrari

Regole che, volente o nolente, facendo parte del società rispetti anche tu.

Poi, se non ti stanno bene, concretamente cosa stai facendo per cambiarle, a parte farneticare su un forum?

(13-12-2018, 21:07 )-Grey- Ha scritto: IO ho dei venditori e COSI' funzione ADESSO nel 2018

Quindi sai che un venditore non abbastanza produttivo in realtà per te è un costo
Un costo minimo, ma pur sempre un costo.

E, più in grande, per un'azienda privata, un lavoratore non abbastanza produttivo è un costo.

(13-12-2018, 21:07 )-Grey- Ha scritto: un'azienda di commercio è così idiota da voler sprecare 100 avvocati e tonnellate di contratti per vincolare con migliaia di clausole del cazzo qualcuno a dargli uno stipendio fisso a patto che raggiunga un minimo, entro un tot.....

Mi chiedo come mai, un'azienda di commercio che ha filiali in tutta Italia, non si avvalga delle consulenze di un genio come te.
L'azienda, per garantirti lo stipendio fisso, sostiene dei costi, ovvio che devi produrre il minimo per compensare quei costi.

(13-12-2018, 21:07 )-Grey- Ha scritto: spese e scadenze non devono essere problema di nessuno se non di sè stesso per chi vende in proprio

Se vendi in un negozio di tua proprietà, paghi le tasse sul negozio, oltre che sulla merce che vendi.
Mettiamo pure che vuoi azzerare le spese del negozio vendendo online (ammesso che ti sappia gestire da solo le vendite online) paghi comunque i fornitori e le tasse su quel che vendi.
E mettiamo che non paghi neanche le tasse.
La merce che prendi dai fornitori, finché non la vendi, comunque per te è una perdita.

(13-12-2018, 21:07 )-Grey- Ha scritto: ma quando introduci un sistema di TITOLI e obblighi PER LEGGE (sotto minaccia ARMATA) a dare precedenza a uno col titolo piuttosto che a quello che fa MEGLIO il suo lavoro, quello che è OVVIO non si può più fare

Titoli che nessuno ti ha mai vietato di prendere.
Quello degli ordini è tutt'altro che un sistema chiuso: ti prendi la laurea, fai l'esame di abilitazione e sei dentro.
Dopo puoi fare tutto quello che ti pare.

Sei tu che hai scelto di non farlo seguendo altre strade.
Sei tu che hai scelto di non far parte del "sistema".

(13-12-2018, 21:07 )-Grey- Ha scritto: il motivo per cui lo fanno è che c'è un gruppo di idioti abbastanza numeroso che prende per buoni i loro "titoli"

In quel caso, dato che sono dei dementi, è l'esatto contrario.
Si sono autoinventati un sistema "chiuso" in cui non c'è posto per nessun altro a parte loro.
E come se, io e te domattina ci inventiamo "l'ordine di quelli che si trombano le bariste" e di questo ordine ne facciam parte solo io e te, chiudendolo a chiunque altro.

(13-12-2018, 21:07 )-Grey- Ha scritto: quindi di tutto quello che ti ho spiegato dopo in 100 righe manco hai capito una parola

Il ragionamento più perfetto, logico e intelligente dell'universo, perde senso quando parte da un assunto sbagliato.

(13-12-2018, 21:07 )-Grey- Ha scritto: se i numeri sono quelli va benissimo che ognuno se li veda da sè e non sia COSTRETTO PER LEGGE a fidarsi di chi DICHIARA che quei numeri li ha ricavati e riportati onestamente

Sei "costretto" a rispettare le normativa... e meno male, ci mancherebbe altro.
E, come ti ho già scritto, nessuno ti vieta di confutare le regole di una normativa, nessuno.
Anzi, le stesse normative tecniche lo prevedono.

In questo caso l'onere e le spese per fare tutte le prove necessarie a sostenere la tua idea sono a tuo carico.
Quindi, ti conviene spendere migliaia di euro per fare delle prove o rispettare la normativa?

A meno che non si tratti di situazioni davvero eccezionali e particolarissime, fai prima a rispettare la normativa.
Anche perché i costi da sostenere per fare le prove, sarebbero maggiori dello stesso lavoro da fare.

(13-12-2018, 21:07 )-Grey- Ha scritto: ti ho già dimostrato come NON sia così

Mi chiedo come mai, quando hanno scritto la teoria degli errori, si siano dimenticati di interpellare un genio come te.
Negli anni '50-'60, per compensare gli errori, alla Nasa facevano ripetere lo stesso calcolo da più persone.
Ed è così che è stato scritto, a mano, il codice di calcolo per andare sulla Luna.
Però, certo, alla Nasa sono dei coglioni, mica dei geniacci come te.

(13-12-2018, 21:07 )-Grey- Ha scritto: i codici di calcolo non sono persono, non hanno titoli e non "danno" titoli

Nei codici di calcolo i numeri da cui far partire le analisi ce li mettono delle persone.
Dietro una macchina c'è sempre una persona.
Se la persona sbaglia, la macchina "sbaglia"... ma la macchina non sa si sbagliare, sa solo fare calcoli sui numeri che gli metti tu.

(13-12-2018, 21:07 )-Grey- Ha scritto: no, il motivo è che ci sono dei mezzi tecnologici e di ricerca e dicomunicazione (realizzati per lo più da gente OSTACOLATA dal sistema e che ha dovuto lottare il doppio per il doppio del tempo per farcela con doppia fatica NONOSTANTE il sistema)

Non so di cosa stai parlando, ma mettiamo le 2 scoperte più tecnologicamente importanti di questo secolo:

- il transistor:
- internet.

Il transistor è nato da studi fatti da fior di cervelloni (uno di loro aveva tipo 3-4 lauree) per compensare la fragilità e la scarsa affidabilità delle valvole.
Internet è nato da ricerche militari, la sua prima applicazione civile è stata nelle università.

Altro che gente "ostacolata dal sistema" gente che nono solo fa parte del sistema ma, nel secondo caso E' il sistema.

(13-12-2018, 21:07 )-Grey- Ha scritto: se fa qualsiasi tipo di danno HA GIA' VERSATO una cauzione o una garanzia FISICA equivalente per coprire i danni e tutti

Quindi per ogni lavoro che fa il riparatore di tv, dovrebbe versare una cauzione.
Mettendo che la cauzione gli verrà restituita alla scadenza della garanzia e dovrà versare una cauzione per ogni lavoro che fa, dovrebbe avere centinaia di migliaia di euro da investire in cauzioni.
Oppure, come funziona nella realtà, fare un'assicurazione professionale.
You got your demons
You got desires
Well, I got a few of my own ...

https://www.youtube.com/watch?v=HePMuJE3w0s
Like Cita messaggio
#83
(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Potrei risponderti, facendoti notare che, chi come te (ab)usa di avverbi "assoluti" come: sempre, mai, tutti, nessuno, e come te, riconosce per "vero" solo le sua realtà (spesso ricavata da pareri personali e discutibili) ha delle distorsioni cognitive.
potresti se:
1) non ti rendessi conto che ad (ab) usare delle parole "è giusto" sei tu e non io che te l'ho fatto notare più volte
2) non ti rendessi conto della totale inconsapevolezza con cui usi in modo errato questa parola senza una definizione chiara e oggettiva
3) non ti rendessi conto che io di assoluto uso solo i fatti che non necessitano di essere "riconosciuti" da nessuno, sono una realtà e descriverla non significa avere una "propria" realtà (che è un termine che non ha senso e in questo caso sì che mostra distorsioni cognitive, lo spiego da anni)
4) non ti rendessi conto che per l'ennesima volta usi termini fuori contesto e hai appena dimostrato di non sapere il significato di "distorsione cognitiva"
5) non ti rendessi conto che rispondere per l'ennesima volta tanto per rispondere, facendone nuovamente un punto personale di cui importa solo a te, conferma il fatto già assodato che non sai più dove appigliarti per non riconoscere che stai sbagliando nel difendere una posizione indifendibile che per orgoglio non sei più in grado di abbandonare

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Me ne farò una ragione: l'universo è grande.
sarebbe ora

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Regole che, volente o nolente, facendo parte del società rispetti anche tu.
quindi il fatto che sono imposte con la violenza e tutti sono obbligati a rispettarle nonostante siano sbagliate, per te automaticamente le rende giuste
o più precisamente non le rende giuste, ma così ti sei raccontato che tanto anche se tu ti sei sottomesso e difendi e sostieni una mafia cancerogena, siccome lo fanno tutti per forza, allora sono tutti coglioni almeno quanto te
e così alla fine ti senti di aver vinto
di nuovo, è tutta una questione personale per te, l'importante è che te la canti e te la suoni come ti piace sentirla, il fatto di avere avuto torto marcio per 9 pagine e esserne consapevole per 9 pagine mentre dichiaravi il contrario, non ha alcun peso
perchè secondo te questa cazzata che hai detto cancella tutto, dato che con sta cazzata ti convinci di "aver vinto" il dibattito (che ripeto che stai facendo da solo)
altro pattern ricorrente nelle tue risposte, faccio notare

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Poi, se non ti stanno bene, concretamente cosa stai facendo per cambiarle, a parte farneticare su un forum?
1) stracciare e bruciare tutti i titoli accumulati stupidamente in tempi in cui ero troppo piccolo debole e spaventato per sfidare il mondo senza una mamma chiccia che tenesse buona la concorrenza con le armi
2) non presentarmi mai con referenze o titoli ma solo in termini di impegno, garanzie e risultati, anche quando mi costa prendermi un rischio o, per coerenze, non accettare dei pagamenti per dei servizi che oggettivamente non ho portato a termine nei termini dell'accordo, anche quando nonostante questo l'altra parte è stata comunque soddisfatta e insisteva per pagare
3) smettere di richiedere curriculum e dare valore zero alle referenze e titoli altrui e valutare esclusivamente i risultati e prendere in considerazione per qualsiasi compito solo persone che accettano e comprendono il valore del VINCOLO RISULTATO-RETRIBUZIONE e agiscono in tali termini
4) mettere in discussione sempre le premesse di qualsiasi tipo e diffondere pensieri alternativi di menti brillanti
5) non accettare che una menzogna ripetuta prenda posto alla stessa tavola della realtà anche quando questo significa rispondere sempre agli stessi 3 errori logici in mala fede in 9 pagine di discussione e inimicarsi chi consapevolmente li difende per interesse personale cercando sempre più di farne un dibattito e una faida tra fazioni e sempre meno un confronto oggettivo tra idee, dove le menzogne reiterate non hanno spazio nè possibilità

Perchè, vedi, c'è un GRANDE differenza tra essere un "Gollum" del sistema e non solo rispettarlo, ma esserne un lecchino sottomesso che lo difende a costo di danno personale e ingoiando qualsiasi dignità o pretesa di attinenza col mondo reale, perchè non riesce più a immaginare la propria esistenza senza quel sistema... ed essere uno che, consapevole di essere (al momento) in minoranza, fa quello che serve per non essere schiacciato dai dinosauri, ma consapevole che la meteora, l'era glaciale e l'era dei mammiferi sono in arrivo e presto saranno tutti estinti quindi basta stare attenti a non farsi notare troppo e dar loro da mangiare il meno possibile, che si estingueranno da soli (come sta per succedere per gli ordini professionali, ed era ora)

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Quindi sai che un venditore non abbastanza produttivo in realtà per te è un costo
è un costo solo se lo assumi (come pretenderebbe la legge italiana) con una forma di contratto che per un venditore non ha alcun senso
ossia un contratto da dipendente
altrimenti un venditore può tranquillamente avere costo 0
QUALSIASI venditore lavori (come nel resto del mondo è abbastanza normale, ma non qui da noi) con un contratto autonomo in cui guadagna in percentuale e non ha stronzate fisse a tempo o a impegno che per essere controllate richiederebbero una presenza tua costante su di lui 24\7 che eliminerebbe lo scopo del venditore
che le categorie cerchino in ogni modo di infilartici costi fissi che NON esistono e che ti trovi a dover pagare solo se non trovi scappatoie per svicolarti dalle normative assurde che cercano di importi dei costi fissi (che sono al 100% pizzi per ingrassare la stessa mafia il cui unico operato è importi questi costi aggiuntivi INUTILI) non è certo una grande scoperta
ma non sono costi DEL VENDITORE sono costi del sistema MALATO
un sistema sano questi costi non li ha
di sicuro non li ha il lavoratore
il costo del lavoratore è e deve essere solo uno: il suo risultato
se un venditore pretende di essere un costo per me a prescindere, non lo assumo
mi ha già dichiarato (coi fatti) di non avere nessuna intenzione di produrre o che non ritiene sè stesso in grado di produrre abbastanza

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Un costo minimo, ma pur sempre un costo.
questo costo minimo è 0
ZERO
prova a dirmi un solo COSTO che sia NECESSARIO per un venditore che non sia imposto da mafie esterne che ci si ingrassano (es: inps, minimo fisso, ecc... che NON riguardano il venditore ma le mafie che li impongono)

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: E, più in grande, per un'azienda privata, un lavoratore non abbastanza produttivo è un costo.
ripeto
"è un costo solo se lo assumi (come pretenderebbe la legge italiana) con una forma di contratto che per un venditore non ha alcun senso
ossia un contratto da dipendente
altrimenti un venditore può tranquillamente avere costo 0
QUALSIASI venditore lavori (come nel resto del mondo è abbastanza normale, ma non qui da noi) con un contratto autonomo in cui guadagna in percentuale e non ha stronzate fisse a tempo o a impegno che per essere controllate richiederebbero una presenza tua costante su di lui 24\7 che eliminerebbe lo scopo del venditore
che le categorie cerchino in ogni modo di infilartici costi fissi che NON esistono e che ti trovi a dover pagare solo se non trovi scappatoie per svicolarti dalle normative assurde che cercano di importi dei costi fissi (che sono al 100% pizzi per ingrassare la stessa mafia il cui unico operato è importi questi costi aggiuntivi INUTILI) non è certo una grande scoperta
ma non sono costi DEL VENDITORE sono costi del sistema MALATO
un sistema sano questi costi non li ha
di sicuro non li ha il lavoratore
il costo del lavoratore è e deve essere solo uno: il suo risultato
se un venditore pretende di essere un costo per me a prescindere, non lo assumo
mi ha già dichiarato (coi fatti) di non avere nessuna intenzione di produrre o che non ritiene sè stesso in grado di produrre abbastanza"
...(cit.)

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Mi chiedo come mai, un'azienda di commercio che ha filiali in tutta Italia, non si avvalga delle consulenze di un genio come te.
1) perchè come già spiegato se è gestita da idioti non è un problema di altri che di loro stessi
2) perchè più sei grande e più sei sotto il mirino della mafia che vuole mangiarci gratis su quello che guadagni e quindi quando sei troppo visibile alla fine ti conviene pagare il pizzo e stare zitto che rischiare le sanzioni per aver usato scappatoie (ciò non cambia l'insensatezza e malizia del pizzo imposto nè tantomeno che finchè un'azienda non ha soldi da buttare perchè gliene entrano a palate non solo gli conviene usare scappatoie ma è COSTRETTA a farlo altrimenti FISICAMENTE non potrebbe restare aperta, NESSUNA azienda in italia può restare aperta rispettando le norme finchè non comincia a fatturare milioni) con o senza la mia consulenza quindi lo fanno già, tutte le grandi aziende una volta erano piccole e usavano mille scappatoie per poter restare in attività, non le ho inventate io e non sono nemmeno un luminare, ho avuto la "fortuna" di conoscere gente più esperta e brava di me che sapeva benissimo come funziona e se ne è sempre occupata al posto mio altrimenti sarei un disoccupato, un delinquente o un dipendente, 3 destini che trovo ugualmente agghiaccianti
oppure sarei già fuggito dall'italia a cercare fortuna in qualche terra di nessuno come i pirati

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: L'azienda, per garantirti lo stipendio fisso, sostiene dei costi, ovvio che devi produrre il minimo per compensare quei costi.
e per la 150esima volta hai fatto finta di ignorare che IL PUNTO DI PARTENZA di tutto il discorso è PROPRIO l'insensatezza TOTALE dello stipendio fisso
che non ha senso di esistere perchè danneggia tutti, tranne chi ci mangia sopra
150 volte che ripeti un altro pattern ricorrente nelle tue risposte (vinci un premio)
il pattern che ti faccio notare ora è questo:
si riconosce una premessa A (in italia c'è l'imposizione dello stipendio fisso)
si discute se abbia senso o meno questa premessa A (faccio notare che oggettivamente non è un sistema che incentiva la crescita ma la danneggia)
neghi il ragionamento sulla base della stessa premessa A che è il punto della discussione (dici che ha senso perchè è obbligatorio dato che in italia si impone lo stipendio fisso)
che è logica circolare nella forma più pura
"come sai che la bibbia dice il vero?"
"perchè è la parola di Dio"
"come sai che esiste Dio?"
"perchè è scritto sulla bibbia"

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Se vendi in un negozio di tua proprietà, paghi le tasse sul negozio, oltre che sulla merce che vendi.
di nuovo usi la premessa come argomento per sostenere se stessa
logica circolare
1) le tasse non sono un costo reale ma imposto dalla mafia che ti costringe a pagarle
2) in un sistema vagamente sano come in tutti i paesi civili del mondo le tasse (oltre ad essere 1\3 di quelle italiane) le paghi SOLO sulla % del tuo guadagno netto, mentre da noi in troglolandia lo stato oltre che triplicarle rispetto al resto del mondo te ne impone una quota fissa che devi pagare anche se non guadagni niente o sei in perdita)
3) vendere nel 2018 non implica più (per fortuna) un negozio di proprietà, ma solo un prodotto, che puoi vendere in centinaia di modalità diverse a costi molto ritenuti o a costo 0 (ad esempio se tu fai il porta a porta personalmente o riesci ad avere venditori pagati con un contratto onesto su modello non italiano ossia in %)
di nuovo, il fatto che sia così perchè è imposto con la forza NON significa che sia giusto e infatti in tutto il resto del mondo più civilizzato di noi le cose vanno in maniera molto diversa e nessuno nasce in america e a 20 anni si trasferisce in italia per aprire la sua azienda

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Mettiamo pure che vuoi azzerare le spese del negozio vendendo online (ammesso che ti sappia gestire da solo le vendite online) paghi comunque i fornitori e le tasse su quel che vendi.
stesso discorso di prima
se parliamo dell'italia: paghi il PIZZO (che non ha senso chiamarle tasse, ripeto, le tasse sarebbero una percentuale del tuo GUADAGNO, il PIZZO italiano è un tot di spese annuali che ti devi sobbarcare comunque perchè ci mangiano plotoni di parassiti)
se parliamo di un sistema sano o di paesi più civili: non paghi niente finchè non guadagni niente, se hai bisogno di un investimento iniziale con determinati parametri se ne può fare carico lo stato permettendoti di ripagarlo in futuro con % dei futuri guadagni e se per un periodo variabile di tempo sei in perdita lo stato sopperisce ai costi che non puoi coprire, quando inizi ad avere dell'utile paghi in percentuale a quell'utile
Questo è proprio l'ERRORE di cui stiamo parlando, ci arrivi che non ha senso usarlo come argomentazione per sostenere che non sia un errore?
"2+2=5"
"no, 2+2=4"
"eh no, perchè tutti sappiamo che 2+2=5 e QUINDI 2+2=5"
ci arrivi che non ha senso?

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: E mettiamo che non paghi neanche le tasse.
le tasse NON SONO un problema se sono TASSE
nemmeno se fossero del 50%
ma se fossero TASSE le pagheresti in % sul tuo UTILE
invece da noi NON SONO tasse
è un PIZZO
che paghi fisso, che ti piaccia o no, altrimenti è reato penale (vedi inps)

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: La merce che prendi dai fornitori, finché non la vendi, comunque per te è una perdita.
nessuno ti vieta di produrtela da solo
(in un sistema sano)
da noi è diverso, perchè tutto è sotto mafia quindi in realtà per legge non puoi fare quasi un cazzo senza essere costretto a spendere 100 perchè con 70 ci mangino dei parassiti che te lo impongono a danno tuo e di tutta la comunità
in ogni caso la merce NON VENDUTA non ha senso di essere ritenuta un costo
nemmeno i cartolai fanno più così, ma già da 100 anni
(un mio amico fa il cartolaio, so perfettamente come funziona)
non è che COMPRANO tutto quello che hanno in negozio
glielo danno le aziende per un tot di tempo e poi restituiscono quello che non hanno venduto
il costo della merce è effettivo solo per la merce VENDUTA
se così non fosse i negozi in vetrina non avrebbero niente
a parte il fatto che tanto falliscono lo stesso per le condizioni vergognose che devono subire

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Titoli che nessuno ti ha mai vietato di prendere.
come nessuno ti ha mai vietato di pagare il pizzo a Don Vito se non vuoi che "casualmente" la tua casa prenda fuoco con la tua famiglia chiusa dentro
non te lo vieta nessuno

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Quello degli ordini è tutt'altro che un sistema chiuso: ti prendi la laurea, fai l'esame di abilitazione e sei dentro.
e invece è proprio un sistema chiuso, difatti non si basa su competenze capacità e risultati ma su nomine personali
se fosse un sistema aperto ti basterebbe fare 1 lavoro e produrre il risultato richiesto per essere automaticamente inserito nell'elenco professionale
1) gratuitamente
2) senza altri requisiti
invece non è così
devi BUTTARE NEL CESSO 10 anni e 30.000€ più prestare giuramento di sottomissiome al sistema e a tutte le sue regole (che siano giuste o sbagliate, indipendentemente dalle tue competenze effettive se non le accetti sei fuori)
è come dire che il mio ristorante è vietato agli Ebrei ma è un sistema aperto perchè nessuno ti vieta di convertirti al cattolicesimo se vuoi venire a mangiarci

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Dopo puoi fare tutto quello che ti pare.
dopo puoi fare solo quello che ti è concesso dal sistema a cui ti sei sottomesso a pecora e fintanto che continui a pagare il pizzo e sostenerlo
e continui ad aver buttato 10 anni di studi che non ti servivano e migliaia di € che non avevi
a livelli estremi ci si trova come in America dove per avere una Laurea te la danno assieme a una bella bolletta di debito verso lo stato di 300.000$
se questa ci sembra la manifestazione di un sistema sano siamo messi male
davvero molto male

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Sei tu che hai scelto di non farlo seguendo altre strade.
infatti
e chi per questo non è stato arrestato e ha superato tutto i tentativi di divieto, repressione, diffamazione, discredito, esclusione... sono quei nomi di cui ti ho fatto l'elenco, cioè la gente che ha cambiato il mondo e sul cui progresso ci mangiano alla velocità della luce tutti quelli che li hanno osteggiati per tutta la carriera tranne fare il voltafaccia alla fine
mentre molti altri sono in galera o per strada perchè non hanno avuto quella forza e quel coraggio di affrontare da soli i dinosauri
e questo non fa di loro dei guerrieri, ma nemmeno lo volevano essere, questo non toglie loro il fatto di essere degli ottimi muratori, chirurghi, elettricisti, manager, economisti... o qualsiasi altro talento potessero avere
ma per un sistema malato è meglio che chi ha talento muoia piuttosto se non si sottomette
l'importante è avere schiere e schiere di pecoroni mediocri su cui tanto avrà sempre da ingrassarsi
ripeto: chi ha cambiato il mondo non mi risulta avesse competenze tecniche sopra la norma, mi risulta invece che non abbia accettato il sistema e NONOSTANTE questo sistema lo abbia ostacolato in ogni modo ha avuto la forza da leone di passare attraverso la foresta di rovi fino all'obbiettivo

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Sei tu che hai scelto di non far parte del "sistema".
come tanti altri
e ripeto che mi trovo benissimo
e andrebbe benissimo se ci fosse il sistema per le pecore che se la vedono tra pecore e se lo riconoscono tra pecore e al di fuori si potesse vedersela tra leoni come vogliono i leoni
ma non è così
perchè quando ci sono 10.000.000 di pecore per ogni leone, se le pecore decidono che TUTTI (pecore e leoni) d'ora in poi si mangia lattuga e si bela tutti assieme allora o lo fanno anche i leoni o il leone che non lo fa viene ucciso da 10.000.000 di pecore che fanno finta di non capire che stanno imponendo una legge iniqua innaturale e alla fine dannosa per tutti
perchè quando sono tutte pecore e poi arrivano gli sciacalli.... è meglio che ci siano dei leoni che ruggiscono, non che belano
e allora succede che i leoni o muoiono, o si trasformano in pecore oppure devono stare nell'ombra di nascosto, subire il bullismo delle pecore per anni mettendoci il doppio del tempo e fatica per arrivare al risultato, ma poi alcuni di loro (1 su 100 invece che 100 su 100 perchè 99 vengono uccisi dalle pecore nel percorso) arrivano a meta e migliorano in una sola botta la vita di tutti (leoni e pecore) di mille volte
e hanno dovuto essere anche insultato e ostacolati per questo

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: In quel caso, dato che sono dei dementi, è l'esatto contrario.
Si sono autoinventati un sistema "chiuso" in cui non c'è posto per nessun altro a parte loro.
esattamente come gli ordini professionali
c'è posto per tutti
basta che paghi l'ingresso e il pizzo mensile
basta che non dici niente che non sia autorizzato da loro e non manifesti mai posizioni contrarie alla setta
basta che ti sottometti alla loro assoluta autorità e ti rimetti ai loro giudizi sbagliati e maliziosi, in mala fede, e disconosci qualsiasi altra via che non sia da loro approvata (ovvero che gli paga il pizzo)
è sconcertante quanto tu stesso fornisca gli spunti per farti notare quanto le 2 cose siano uguali, solo che una ti ha accettato e l'altra no
e guarda caso nonostante siano 2 sistemi ESATTAMENTE uguali (solo che uno ti ha accettato e l'altro no) ne difendi uno (chissà quale) e ne denigri l'altro (chissà quale)

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: E come se, io e te domattina ci inventiamo "l'ordine di quelli che si trombano le bariste" e di questo ordine ne facciam parte solo io e te, chiudendolo a chiunque altro.
che è esattamente quello che hanno fatto tutti gli ordini professionali dal primo all'ultimo
poi io e te ci rendiamo conto che se lo apriamo e mettiamo un biglietto d'ingresso di 250€ al mese ci facciamo anche un sacco di soldi e di schiavi che pagano per essere i nostri schiavi
e allora diventiamo un ordine professionale a tutti gli effetti fintanto che siamo abbastanza da metterci d'accordo con lo stato che faccia delle leggi apposta per cui chi vuole trombare una barista DEVE per LEGGE essere iscritto al nostro "ordine" secondo i nostri criteri e noi possiamo dire che per farlo dei fare un "corso" da trombabarista di 10 anni che costa 30.000€ e alla fine sostenere un esame e iscriverti al nostro club a 100€ all'anno
ordine professionale a tutti gli effetti

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Il ragionamento più perfetto, logico e intelligente dell'universo, perde senso quando parte da un assunto sbagliato.
motivo per cui continuo a farti notare gli assunti sbagliati da cui parti

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Sei "costretto" a rispettare le normativa
appunto
anche se è sbagliata

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: e meno male, ci mancherebbe altro.
meno male un cazzo, se è sbagliata

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: E, come ti ho già scritto, nessuno ti vieta di confutare le regole di una normativa, nessuno.
come ti ho già scritto sì
perchè nessuno (tu compreso) prende in considerazione le tue ragioni oggettive con tanto di prove fattuali a meno che tu non sia già sottomesso al sistema e faccia parte dell'ordine che ha stabilito quelle normative sbagliate per cui hai già prestato giuramento a rispettarle a prescindere dal fatto che siano sbagliate
come succede in questa discussione dove tu siccome ti senti su un piedistallo fatto di titoli ti rifiuti di vedere quanto evidentemente io ti stia solo descrivendo la realtà dei fatti senza nessuna mia visione o interpretazone e continui a spostare il focus sui titoli, leggi e normative e su chi ha "più alte nomine"
ti rende COMPLETAMENTE IMPERMEABILE all'assimilazione di una diversa prospettiva e alla correzione degli assunti sbagliati su cui si basano le tue credenze

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Anzi, le stesse normative tecniche lo prevedono.
lo prevedono solo da chi è autorizzato da chi decide su tali normative
è come il fatto che si prevede la ricerca teologica e della verità religiosa, ma possono farlo solo i preti che hanno tutto l'interesse a "arrivare" a determinate conclusioni
e chissà perchè non va avanti il progresso...

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: In questo caso l'onere e le spese per fare tutte le prove necessarie a sostenere la tua idea sono a tuo carico.
Quindi, ti conviene spendere migliaia di euro per fare delle prove o rispettare la normativa?
1) scelta tua e solo tua
quello che NON deve essere è che sei costretto a PAGARE per buono un servizio se tu NON RICONOSCI questa normativa
PAGHI il RISULTATO, punto
2) ripeto, puoi avere in mano tutte le prove che vuoi (tipo me in questa discussione) ma per prenderle in considerazione ti viene chiesto PER LEGGE di avere i titoli assrgnati dalle persone che decidono a riguardo su base arbitraria e se non hai titoli che dichiarano che sei sottomesso a un certo sistema non importa quano evidente mente puoi dimostrare qualcosa, la mafia e tutti i suoi pecoroni non ti prende in considerazione (tipo te in questa discussione)

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: A meno che non si tratti di situazioni davvero eccezionali e particolarissime, fai prima a rispettare la normativa.
continua ad essere una scelta tua e solo tua che non deve essere limitata o vincolata da nessuna normativa
ripeto:
paghi la scala se ti porta al balcone
non la paghi perchè c'è scritto sopra "fidati che ti porterà al balcone" firmato uno che non conosci

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Anche perché i costi da sostenere per fare le prove, sarebbero maggiori dello stesso lavoro da fare.
1) che cazzo ne sai, dipende da situazione a situazione, con la scala no per esempio
2) se anche fosse è una scelta tua e solo tua
3) può essere un costo che affronti una volta ma il cui risultato userai migliaia di volte che si ripaga da solo così per non dover ripagare il pizzo a un ordine di parassiti ogni volta che compri l'attrezzo

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Mi chiedo come mai, quando hanno scritto la teoria degli errori, si siano dimenticati di interpellare un genio come te.
più che altro mi chiedo come mai dopo averla studiata per 5 anni in un corso di laurea non la vedo mai applicata correttamente
sarà che puoi studiare tutti i numeri che vuoi, ma quando i numeri rappresentano concetti e dati del mondo reale, se non hai capacità cognitiva e collegamento con la realtà tutte le teorie del mondo non ti sono buone nemmeno per pulirtici il culo

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Negli anni '50-'60, per compensare gli errori, alla Nasa facevano ripetere lo stesso calcolo da più persone.
oggi un computer lo può fare 10.000 volte al secondo

your point being?

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Ed è così che è stato scritto, a mano, il codice di calcolo per andare sulla Luna.
e il codice del tuo PC per cui tu oggi stai scrivendo in panciolle da casa tua invece che inviare un messo a cavallo con una lettera in carta pecora è stato scritto in uno scantinato da un poveraccio che era stato cacciato dall'università

your point being?

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Però, certo, alla Nasa sono dei coglioni, mica dei geniacci come te.
il poco rispetto che dimostri per quelli della nasa a cui probabilmente non sei degno nemmeno di guardare i piedi sinceramente non mi fa ne caldo ne freddo
fatto sta che io non ho mai parlato male della nasa
e sembri in ogni caso tralasciare tutti i fallimenti (numerosi) della nasa
e sembri tralasciare il fatto che tutti i calcoli e risultati della nasa sono stati fatti da persone interne per uso interno, non per vendere i missili al supermercato, il che preveniva il concetto che ti ho spiegato più volte e che non hai capito nemmeno una, per cui gli errori si moltiplicano invece di ridursi, se non fossi così impegnato ad avere ragione a tutti i costi anche quando non puoi forse ci saresti arrivato
e sembri tralasciare che nella corsa allo spazio i russi hanno strabattuto gli stati uniti più e più volte in tutt'altre condizioni
sembri tralasciare tante cose insomma... ovviamente ho già detto che non credo nemmeno per un istante che tu te ne "dimentichi" o "non capisci"
è tutt'altro il tuo problema

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Nei codici di calcolo i numeri da cui far partire le analisi ce li mettono delle persone.
che è la fase passibile di errore infatti
e quella che NON deve essere limitata a chi ha già firmato che crede che 2+2=5

your point being?


(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Dietro una macchina c'è sempre una persona.
che è esattamente, come ti ho spiegato, il motivo per cui non ha nessun senso prendere per buono un dato solo perchè ora non li si scrive più a mano
può essere errato tanto quanto prima
ripeto: selezionare 5 miei amici che ho rimbambito con le mie regole, la mia ottica, il mio credo e ho vincolato ai miei interessi per tutta la vita non migliora per nulla l'accuratezza del mio risultato

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Se la persona sbaglia, la macchina "sbaglia"... ma la macchina non sa si sbagliare, sa solo fare calcoli sui numeri che gli metti tu.
si sta ripetendo quel pattern in cui dimenticandoti del concetto di cui stavamo discutendo, alla fine mi dai ragione, solo perchè non ti ricordi più che inizialmente stavo dicendo proprio quello
quindi perdi la benda di antagonismo e trovandoti a dire una cosa palese ed ovvia (esattamente la stessa che ho detto io all'inizio, altrettanto palese e altrettanto ovvia, salvo che inizialmente la contestavi perchè l'avevo detta io) appunto mi dai ragione
quindi a parte il dovuto "your point being?" ... la persona sbaglia
le persone sbagliano
aumentarle non cambia che sbaglino, ti espone solo a una maggiore varietà di cause per cui possono sbagliare
in maniera direttamente proporzionale a quanto omogenee sono (tipo se fanno tutti parte della stessa setta)

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Non so di cosa stai parlando, ma mettiamo le 2 scoperte più tecnologicamente importanti di questo secolo:

- il transistor:
- internet.

Il transistor è nato da studi fatti da fior di cervelloni (uno di loro aveva tipo 3-4 lauree) per compensare la fragilità e la scarsa affidabilità delle valvole.
Internet è nato da ricerche militari, la sua prima applicazione civile è stata nelle università.

Altro che gente "ostacolata dal sistema" gente che nono solo fa parte del sistema ma, nel secondo caso E' il sistema.
a parte che sono entrambe invenzioni del secolo scorso
ma vedo che hai accuratamente selezionato cosa dire a riguardo per sostenere non si sa bene cosa quindi prima di proseguire con qualcosa di più sensato metterò i dovuti puntini sulle "i"
(sono numerati quindi quando ne salterai uno abbi il buon gusto di saltarli tutti che poi mi tocca ricitare dalla pagina prima)

1) Oskar Heil (uno degli inventori del transistor) era dottore in... indovina cosa?
2) Joseph Licklider (creatore di arpanet e principale ideatore di internet) era dottore in... indovina cosa?
3) ti sembra un caso che i periodi in cui queste invenzioni sono venute fuori siano Seconda Guerra Mondiale e Guerra Fredda?
4) internet è stato sviluppato militarmente per scopi militari e si è provato a mantenerlo tale ristretto ed elitario... quando non ci si è più riusciti (per scopi commerciali, non certo umanistici) è stato l'inizio del vero successo, ossia quando non c'è più stata selezione all'ingresso per gli utilizzatori

da qui in poi ce le siamo dovute scordare queste rivoluzioni e chissà perchè...
perchè chissà quanto credito viene dato oggi (che non c'è la guerra che spinge al pragmatismo più assoluto) a uno psicologo che progetti una rete informatica o a un filosofo che progetti componenti di alta tecnologia
giusto come spunto...

e ora, parlando di QUESTO secolo, facciamola molto più semplice
le 2 innovazioni DAVVERO più importanti di QUESTO secolo:

- FACEBOOK
- SMARTPHONE

il primo creato da un ragazzo che ha abbandonato l'università (in cui oltretutto pare fosse bravo in materie umanistiche e mediocre in quelle scientifiche) e che è diventato più importante di un documento di identità

il secondo ha come maggiore produttore la Apple, il cui fondatore ha una storia analoga, e non si tratta nemmeno di una vera e propria invenzione, ma dell'unione di 2 dispositivi già esistenti ad idea esclusivamente commerciale di un'azienda (per la precisione BellSouth)

notare che trattasi di rivoluzioni indipendenti portate avanti indipendentemente da privati, proprio perchè non avendo credenziali da mostrare nessuno li ha sostenuti, come avviene durante la guerra quando la paura della morte sveglia tutte le persone e comincia a mandare un po' affanculo i sistemi in decomposizione, perchè quando servono le cose fatte, altrimenti cadono le bombe, comincia a tornare il buon senso sufficiente a far valere le buone idee sulle lauree e le competenze sulle nomine

a tal proposito ti allego una cosa interessante che so già nemmeno leggerai, ma non è la prima che spreco

https://www.repubblica.it/esteri/2017/05...166436171/

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Quindi per ogni lavoro che fa il riparatore di tv, dovrebbe versare una cauzione.
per ogni lavoro in cui puoi provocare dei danni devi GARANTIRE la copertura di quegli eventuali danni
ma che cazzo di domanda è?
Riesci a guardarti allo specchio e dirti che non dovrebbe essere così?

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Mettendo che la cauzione gli verrà restituita alla scadenza della garanzia e dovrà versare una cauzione per ogni lavoro che fa, dovrebbe avere centinaia di migliaia di euro da investire in cauzioni.
no, gliene basta UNA dell'ammontare dei danni che può provocare
a fine lavoro gli viene restituita DOPPIA se ha portato a termine il lavoro correttamente, quindi RIPRENDE il 100% della cauzione (spese=0, saranno le stesse garanzie in denaro o in beni che utilizzarà per il prossimo e per tutti i lavori successivi, fintanto che fa un lavoro in cui è competente e porta il risultato) più il proprio compenso, quindi ogni lavoro che svolge correttamente, in realtà ne può prendere altri 2, poi 4, poi 8..... e se uno è bravo si costruisce un'azienda e un impero
se no meglio che faccia un lavoro in cui ha competenza
ripeto, che cazzo di domanda è?
non ci credo che non ci arrivi

(14-12-2018, 16:09 )Jumpy Ha scritto: Oppure, come funziona nella realtà, fare un'assicurazione professionale.
va benissimo che CI SIA LA POSSIBILITA' di fare un'assicurazione professionale (tralasciando quanto sono paraculo le assicurazioni)
e in questo caso va bene anche che sia vincolata a tutti i titoli pagamenti e sottomissioni che decide chi la fornisce
fintanto che chiunque è libero di fare anche senza e di farne a meno
quello che NON VA BENE è che sia OBBLIGATORIO farla e sia PROIBITO per LEGGE di fare le cose al di fuori della mafia per chi è in grado di gestirsele
Like Cita messaggio
#84
(14-12-2018, 19:57 )-Grey- Ha scritto: quindi il fatto che sono imposte con la violenza

A TE, nessuno le ha imposte.
C'è chi si è trasferito in Spagna, per dire, perchè il costo della vita e le tasse sono più sostenibili che in Italia.

(14-12-2018, 19:57 )-Grey- Ha scritto: sempre più di farne un dibattito e una faida tra fazioni

Che è quello che stai facendo tu.

(14-12-2018, 19:57 )-Grey- Ha scritto: inps

Ok, non vuoi pagare l'inps.
Quando andrai in pensione come ti sosterrai?

Non vuoi pagare le tasse comunali se vendi in negozio.
La strada per venire al tuo negozio te la sei asfaltata da solo?
I fili della luce te li sei stesi da solo?
Immagino che ti sarai messo da solo anche i tubi dell'acqua... vero?

(14-12-2018, 19:57 )-Grey- Ha scritto: la "fortuna" di conoscere gente più esperta e brava di me che sapeva benissimo come funziona e se ne è sempre occupata al posto mio altrimenti sarei un disoccupato, un delinquente o un dipendente, 3 destini che trovo ugualmente agghiaccianti
oppure sarei già fuggito dall'italia a cercare fortuna in qualche terra di nessuno come i pirati

Che è la stessa fortuna che ho avuto io, e non solo in un settore.
Ma son settori (tranne uno) in cui senza titolo neanche ti guardano.

(14-12-2018, 19:57 )-Grey- Ha scritto: c'è posto per tutti
basta che paghi l'ingresso e il pizzo mensile

Nel cartello non c'è posto per tutti.
Il cartello SONO quei 4 idioti.

Per stare SOTTO di loro paghi il pizzo di 30€ al mese, 360€ all'anno che paghi per mandare messaggi privati, NON per lavorare CON loro.

Il mio "pizzo" di iscrizione all'ordine è 100€ all'anno (meno di un terzo) che vanno in via in spese di amministrazione e gestione dell'ordine stesso, corsi di formazione ed eventi sociali (cosa che hai potuto verificare tu stesso).
Non solo, mi permette di lavorare, quindi di rientrare anche di trecento volte tanto... ogni anno.
Nell'ordine si è tutti uguali non è che 4 scemi si son alzati la mattina e autoproclamati superiori a tutti gli altri a loro stesso insindacabile giudizio.

(14-12-2018, 19:57 )-Grey- Ha scritto: nessuno ti vieta di produrtela da solo

A quel punto il tuo costo sarà quello di acquisto delle materie prime.
Non è che risolvi un problema spostandolo da una parte all'altra della produzione.

(14-12-2018, 19:57 )-Grey- Ha scritto: dopo averla studiata per 5 anni in un corso di laurea non la vedo mai applicata correttamente

Perché la teoria degli errori la studi seriamente o in lauree specifiche (matematica e fisica) o durante la ricerca, anni dopo la laurea.

(14-12-2018, 19:57 )-Grey- Ha scritto: secolo scorso

Secolo = arco di tempo di 100 anni. Dal 1918 al 2018.

(14-12-2018, 19:57 )-Grey- Ha scritto: Oskar Heil (uno degli inventori del transistor) era dottore in... indovina cosa?

Era ing. elettrico ed ebbe un PhD in spettroscopia molecolare.
Chi poteva mai inventare il transistor? Un macellaio?
Un ing. elettrico, appunto, perchè l'elettronica come materia ancora non esisteva.

(14-12-2018, 19:57 )-Grey- Ha scritto: Joseph Licklider

Era laureato in matematica, fisica e psicologia... era lo scienziato con 3 lauree che non ricordavo come si chiamava.
Del resto quando l'informatica non esisteva come materia, chi poteva occuparsi di informatica?
Un matematico, appunto.
Come i ricercatori che facevano calcoli per la Nasa.

Non capisco dove vuoi arrivare.

(14-12-2018, 19:57 )-Grey- Ha scritto: si è provato a mantenerlo tale ristretto ed elitario..

Ma quando? Vedi che è stato proprio il contrario.
Fu la ricerca scientifica a non essere più ristretta al settore militare (per via della guerra fredda) ed estesa alle università.
Del resto la ricerca scientifica dove vuoi farla, in pizzeria?
Ovvio che internet si è diffusa nelle università.

(14-12-2018, 19:57 )-Grey- Ha scritto: le 2 innovazioni DAVVERO più importanti di QUESTO secolo:

- FACEBOOK

Che è al 99% cazzeggio... complimenti per l'esempio, molto rappresentativo.
Zuckerberg ci ha fatto vagonate di soldi, d'accordo, ma non è che ha che abbia dato chissà che contributo alla qualità della vita.
LinkedIn casomai, se lo si sapesse usare (in Italia non lo sappiamo usare) sarebbe una grande innovazione nel mondo del lavoro.

(14-12-2018, 19:57 )-Grey- Ha scritto: SMARTPHONE

Con lo smartphone fai quello che faresti con un pc.
Un pc è fatto più o meno allo stesso modo dagli anni '70
La tecnologia sta permettendo di fare transistor (quindi circuiti) sempre più piccoli, per cui, adesso, grazie alla tecnologia, il mio nuovo smartphone è quasi più potente e veloce del pc fisso da cui scrivo.

Casomai, l'innovazione di Apple fu col Lisa (il papà del Macintosh) che diffuse l'uso del mouse (idea di Xerox).
C'è da riconoscere che i pc della Apple ti costavano un rene, ma erano affidabilissimi, almeno fino agli anni '90.

Ma senza transistor e internet comunque facevi una cippa.

(14-12-2018, 19:57 )-Grey- Ha scritto: UNA dell'ammontare dei danni che può provocare

L'ammontare dei danni che può provocare è che la televisione prenda fuoco durante la garanzia e muoia una persona.
Cauzione di 1 milione di euro.

(14-12-2018, 19:57 )-Grey- Ha scritto: a fine lavoro gli viene restituita DOPPIA

A fine garanzia, col cazzo che la cauzione te la restituisco a fine lavoro.
E' come se dicessi che la garanzia di un auto scade nel momento in cui esco dalla concessionaria.
O la garanzia di un telefono scade nel momento in cui lo pago.

A parte l'assurdità che alla fine dovresti restituire 2 milioni di euro.

Lo sai poi che la laurea "ad honorem" a Zuckerberg non ha valore legale?
Ma, temo, che dell'articolo che tu stesso hai linkato ti sia fermato a leggere solo il titolo...
You got your demons
You got desires
Well, I got a few of my own ...

https://www.youtube.com/watch?v=HePMuJE3w0s
Like Cita messaggio
#85
(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: A TE, nessuno le ha imposte.
è un puro caso che io non abbia avuto la vocazione per fare il chirurgo
ma se scopro che sono bravissimo a operare le persone e mi piace farlo, per legge invece devo lasciarle morire
in ogni caso ho avuto lo stesso problema per tante altre cose, e solo in pochi casi ho avuto possibilità\voglia\possibilità di fare le acrobazie per aggirare il sistema, il più delle volte grazie a gente più esperta di me, consapevole della fallacia del sistema, che mi ha dato una mano facendo il lavoro sporco al posto mio
ripeto: NONOSTANTE il sistema e non GRAZIE al sistema come dovrebbe essere

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: C'è chi si è trasferito in Spagna, per dire, perchè il costo della vita e le tasse sono più sostenibili che in Italia.
e questo ti sembra un sintomo di un sistema sano? quando dall'italia vanno in spagna per essere trattati come esseri umani? SPAGNA lo stesso paese dove la polizia picchia i ragazzi per strada se bevono da una bottiglia senza etichetta
o ti sembra il sintomo di un letamaio al collasso che per fortuna a breve sotto pressioni europee e mondiali si dovrà accodare al resto del mondo che già va avanti a una lentezza esasperante?

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Che è quello che stai facendo tu.
citami una volta in cui ti ho chiesto di fornire dati personali e ti do ragione
in caso contrario stai, come al solito, parlando sapendo di avere torto, tanto per rispondere a caso

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Ok, non vuoi pagare l'inps.
non è che "non voglio" è che sono soldi DICHIARATAMENTE buttati nel cesso, tanto l'inps non te li ripagherà mai ed è anche dichiarato ormai

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Quando andrai in pensione come ti sosterrai?
1) se e quando andare in pensione e come sostenermi sono e devono essere solo affari MIEI
2) nessuno a chiesto allo stato di farsi carico della mia pensione, dato che so che tutto quello su cui mette le mani non servirà alle pensioni ma a ingrassare politici, se così non fosse, di nuovo, non sarebbe obbligatorio e non sarebbe un costo fisso; sarei IO che SE VOGLIO chiedo di versare un tot. che decido io per una pensione corrispondente. Ma ripeto che non lo voglio io come quasi tutti i lavoratori autonomi che però sono obbligati, ripeto, a pagare un FISSO indipendentemente dal fatto che non guadagnino niente o addirittura siano in perdita e falliscano. Quando una cosa è OBBLIGATORIA e A PAGAMENTO è inutile girarci attorno con false morali, è un furto, punto
3) la pensione di chi non apre partita IVA per quale ragione dovrebbe avere regole diverse e costare di meno? un disoccupato, un lavoratore occasionale... tutti tranne i dipendenti statali non hanno un pizzo di 3.600€ annui fisso a prescindere da pagare anche se finiscono sotto un autobus... non si può mascherare da servizio sociale questa rapina dichiarata

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Non vuoi pagare le tasse comunali se vendi in negozio.
riparte il tuo loop da
STEP-1 premessa sbagliata inferita da te

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: La strada per venire al tuo negozio te la sei asfaltata da solo?
nessuno ha chiesto allo stato di asfaltare la strada per il mio negozio, mi va benissimo lo sterrato, se altri richiedono l'asfalto problemi loro, come chi richiede il red carpet dall'aeroporto al suo negozio non significa che TUTTI devono pagarlo con le tasse
senza contare che il negozio costa il doppio oggi di quando era nello sterrato anche perchè c'è l'asfalto, quindi nel momento in cui compri il negozio (che nessuno te lo da gratis) paghi anche quello
ma poi lo devi pagare di nuovo con le tasse
e di nuovo con la manutenzione
insomma una volta che le cose sono obbligatorie va benissimo che tu paghi 3 o 10 volte la stessa cosa, tanto in caso contrario ti fucilo
nessun sano di mente può pensare di sostenere una cosa del genere

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: I fili della luce te li sei stesi da solo?
per i fili della luce vale lo stesso
1) li hai pagati col negozio che costa il doppio di quando si illuminava a candele perchè ha l'elettricità
2) li hai pagati con l'aumento di tasse quando li hanno tirati (si ogni opera pubblica si paga in extra, le tasse non vengono usate per quello, mi spiace per gli ingenui che ci credono)
3) li paghi nella bolletta della luce regolarmente, perchè anche l'elettricità, come il negozio, come la strada, non te la regala nessuno
ma va bene farteli pagare 10 volte, tanto cazzo ne sai, ci sono anche i pecoroni che nonostante vengano inculati a sangue ogni giorno difendono anche i loro aguzzini...

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Immagino che ti sarai messo da solo anche i tubi dell'acqua... vero?
i tubi dell'acqua:
1) li hai pagati col negozio che costa il doppio di quando si riforniva dal pozzo perchè ha l'acqua corrente
2) li hai pagati con l'aumento di tasse quando li hanno messi (si ogni opera pubblica si paga in extra, le tasse non vengono usate per quello, mi spiace per gli ingenui che ci credono)
3) li paghi nella bolletta dell'acqua regolarmente, perchè anche l'acqua, come il negozio, come la strada, come la luce, non te la regala nessuno
ma va bene farteli pagare 10 volte, tanto cazzo ne sai, ci sono anche i pecoroni che nonostante vengano inculati a sangue ogni giorno difendono anche i loro aguzzini...
4) li paghi con la manutenzione che è a carico tuo, anche se ci paghi le tasse, anche se li hai pagati per tutti quelli che si servono dopo di te, anche se quando lo stato ti espropria il negozio se li tiene pagati da te
5) se volevi tirarteli da solo, indovina.... è ILLEGALE quindi anche volendo NON POTEVI FARLO

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Che è la stessa fortuna che ho avuto io, e non solo in un settore.
non credo ti sia sfuggita l'ironia intrinseca nella parola "fortuna"
che cazzo di fortuna è vivere in un sistema dove per non finire in galera o per strada DEVI aggirare la legge e le regole a rischio di sanzioni e violenza perchè il sistema NON PUO' reggere alle sue stesse regole e tira avanti solo grazie alle persone che lo infrangono?

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Ma son settori (tranne uno) in cui senza titolo neanche ti guardano.
che è una stronzata immane e rende sempre più evidente quanto siano regolati da IDIOTI patentati
questo e solo questo è il titolo che leggo: DIPLOMA DI IDIOZIA
Dottori in idiozia

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Nel cartello non c'è posto per tutti.
Il cartello SONO quei 4 idioti.
non sei molto informato allora
c'è posto per 4 idioti perchè sono i 4 idioti che si sono sottomessi a pagarsi il pizzo tra loro
hanno contattato diverse persone per cercare di trattare con loro le stesse proposte (non lo sai perchè hanno censurato quando di fronte all'arroganza dimostrata alcuni di questi hanno deciso di parlare e tirare fuori le e-mail che si erano scambiati) cioè di commercializzare una tua schiera di follower e promuoverti sulla piattaforma a patto che pagassi una % degli incassi ai 4 sfigati originari
lo so perchè alcune di queste persone le conosco e abbiamo potuto parlare dal vivo e su whatsapp dopo la grande censura attuata dagli infami presi con le mani del sacco mentre venivano sputtanati da tutti ed erano costretti a bannare a raffica per non essere messi in pubblica gogna
poi come aggiunta che serviva solo a nascondere il fattore unico cioè i soldi, c'era la cigliegina sulla torta che dovevano anche "approvarti" (ovvero una scusa per cui se non pagavi potevano dire di averti scartato per altri motivi)
quindi, ripeto, esattamente come per gli ordini professionali, c'è posto per tutti previa sottomissione e pagamento del pizzo
è ESATTAMENTE la stessa cosa

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Per stare SOTTO di loro paghi il pizzo di 30€ al mese, 360€ all'anno che paghi per mandare messaggi privati, NON per lavorare CON loro.
questo non c'entra niente, questo è quello che fai per essere il loro CIBO
sei al livello del cliente che paga lo psicologo per essere preso per il culo
poi c'è un altro livello, lo psicologo che paga l'ordine per fare lo psicologo e guadagnare prendendo per il culo i clienti e viene autorizzato a fare questi incassi se paga un pizzo
che è il discorso che ti ho spiegato sopra e di cui evidentemente non eri a conoscenza, ma io sì, anche se ho il brutto vizio di non parlare mai abbastanza pubblicamente anche con chi si merita ogni umiliazione
e poi c'è il livello ultimo di chi l'ordine lo gestisce e che autorizza i delinquenti a delinquere in cambio del pizzo

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Il mio "pizzo" di iscrizione all'ordine è 100€ all'anno (meno di un terzo) che vanno in via in spese di amministrazione e gestione dell'ordine stesso, corsi di formazione ed eventi sociali (cosa che hai potuto verificare tu stesso).
in cosa vanno tu non lo sai e non lo saprai mai, sai solo cosa ti viene detto, e nemmeno ti deve importare dal momento che LO PAGHI e una volta che li hai pagati quei 100€ non ti appartengono più quindi se chi te li ha presi ci va a puttane fa benissimo, non sono tuoi, sono suoi
fatto sta che PAGHI IL PIZZO per poter LAVORARE e guadagnare del TUO lavoro

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Non solo, mi permette di lavorare, quindi di rientrare anche di trecento volte tanto... ogni anno.
come il pizzo a "Don Vito" ti permette di lavorare perchè nessuno ti brucia il negozio
come il pizzo ai 4 deficienti fashionblogger della seduzione ti permette di vendere i tuoi pseudocorsi di seduzione e truffe varie sulla loro piattaforma con 100.000 disperati pronti a farsi fottere da qualsiasi stronzata
ripeto, so benissimo come funziona, è inutile che continui a ripetermelo il prezzo, la quantità e le scadenze non cambiano il principio
stai solo scegliendo arbitrariamente una delle mafie in un mucchio di mafie tutte altrettanto dannose e delinquenziali
per criteri tuoi che NON SEI TENUTO a giustificare, e infatti non capisco il senso di queste giustificazioni, sono affari tuoi
il problema non è chi si fa fregare e per quali ragioni ci casca, quelli ci saranno sempre
il problema è quando con l'imposizione delle armi si cerca di far passare quella come unica e sola via e chi non la percorre commette reato
è sbagliato e delinquenziale ai livelli più infami sotto ogni punto di vista
punto

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Nell'ordine si è tutti uguali non è che 4 scemi si son alzati la mattina e autoproclamati superiori a tutti gli altri a loro stesso insindacabile giudizio.
al contrario
non si è tutti uguali proprio per il cazzo
la commissione giudica te, non sei tu che giudichi la commissione
i soldi che pago io non vanno in tasca a te, i soldi che paghiamo sia io che te vanno in tasca ai livelli dirigenziali dell'ordine
non sei TU che decidi se, quando e come fare parte dell'ordine, decide l'ordine con delle leggi fatte apposta, con la minaccia delle armi
non può crederci nemmeno la bambina più ingenua del mondo a una stronzata che "nell'ordine si è tutti uguali"
ma nemmeno sulla carta è così
se invece che 4 idioti sono 4.000 idioti, la cosa non cambia, gestiscono solo un giro più ampio

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: A quel punto il tuo costo sarà quello di acquisto delle materie prime.
eh vabè, prima o poi ti sarà palese quanto sei ridicolo
anche se fai il ballerino hai un costo in energie perchè danzando le bruci
ma ti rendi conto di quanto sei ridicolo con sti infantilismi?
di che cazzo stiamo parlando
stiamo parlando DI UN VENDITORE
e di costi legati A UN VENDITORE
non alla produzione, al curarti l'asma o al costo della tua nuova TV che col venditore non c'entrano UN CAZZO

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Non è che risolvi un problema spostandolo da una parte all'altra della produzione.
perchè questo NON E' un problema, te lo sei inventato tu per deviare l'attenzione da quello che il problema è
io posso anche trovare per caso sotterrate nel mio cortile centinaia di teiere cinesi
punto, il costo è 0
ma anche il costo l'avessi pagato io o le avessi fatte io con 1 anno di lavoro e 1.000€ di materiali non cambia nulla, il problema non è quello
il punto è che IO HO UN PRODOTTO
PUNTO
ora, sto prodotto C'E'
PUNTO
o sta lì invenduto
o qualcuno lo vende
PUNTO
se tu sei un mio venditore e la cosa riguarda noi senza che nessuno si mette in mezzo, la cosa è SEMPLICISSIMA
io ho le teiere (problema mio se e quanto mi sono costate)
tu le vendi
prezzo minimo 10€
di tutto l'incasso facciamo a metà
PUNTO
se le tue vendite sono 0 il mio costo TUO come VENDITORE (senza stare a inventarti altre cazzate che col venditore non c'entrano niente per poi dire a me che sposto i problemi) è NULLO
sei a costo 0, se NON FAI NIENTE
tutto quello che vendi è in ATTIVO
quindi so che per ogni 5€ che pago a TE come venditore, io ne incasso 10€
e non ho NESSUN PROBLEMA di costi fissi da coprire, di scadenze da rispettare, o altro...
ci arriva anche un cane lobotomizzato
per questo insisto sempre sul fatto che quelli che fanno finta di non capire una cosa così semplice e ovvia per difendere un sistema supercomplesso che è tale solo per permettere di rubare più facilmente, non siano in buona fede

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Era ing. elettrico ed ebbe un PhD in spettroscopia molecolare.
Chi poteva mai inventare il transistor? Un macellaio?
Un ing. elettrico, appunto, perchè l'elettronica come materia ancora non esisteva.
hahaha
mi piace come hai messo la domanda perchè, e te l'avevo anticipato tra le righe, Oskar Heil: insignito dottore in filosofia nel 1933 grazie al suo lavoro sullo spettroscopio molecolare
FILOSOFIA
certo che aveva studiato elettronica se poi ha costruito il transistor, che genialata
ha studiato anche musica, ma non ha inventato il violino
anche Bill Gates ha studiato informatica, ma per cazzi suoi
non mi stupirebbe scoprire che era macellaio part time, ma non serve
invece seve farti notare che nuovamente hai mancato il punto TOTALMENTE
il punto è, che cazzo c'entra mai un dottorato in filosofia con lo spettroscopio molecolare
la risposta è NIENTE

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Era laureato in matematica, fisica e psicologia... era lo scienziato con 3 lauree che non ricordavo come si chiamava.
veramente tu ti riferivi a uno degli inventori del transistor inizialmente, ma vabè... continua a non avere niente a che fare col punto
il punto (di nuovo) è che avrà studiato anche pittura e equitazione
ma è stato reclutato per progetto arpa per un suo articolo di PSICOLOGIA (Man-Computer Symbiosis) che ha scritto come PSICOLOGO e in base al quale è stato selezionato per il progetto militare
non per altre cose
ma, ripeto, c'era la guerra

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Del resto quando l'informatica non esisteva come materia, chi poteva occuparsi di informatica?
chi ne ha le competenze e non un inutile che ha un pezzo di carta, esattamente come per tutti i campi nel loro momento di massimo sviluppo ossia quando NON avevano un ordine repressivo

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Un matematico, appunto.
Come i ricercatori che facevano calcoli per la Nasa.
questa ennesima dimostrazione di non aver capito un cazzo di tutto il discorso, e te l'ho spiegato 3 righe sopra:
"il punto (di nuovo) è che avrà studiato anche pittura e equitazione
ma è stato reclutato per progetto arpa per un suo articolo di PSICOLOGIA (Man-Computer Symbiosis) che ha scritto come PSICOLOGO e in base al quale è stato selezionato per il progetto militare
non per altre cose"
(cit.)
a nessuno gliene poteva fregare un cazzo della matematica, come e ancor più oggi e alla nasa, dato che esistevano già i calcolatori che potevano fare quel lavoro anche se manovrati da scimmie ormai in pratica
ritenere che internet sia un'opera matematica significa proprio ficcare la testa nella sabbia tanto per sostenere che siccome UNO dei campi di studio di un tizio era la matematica che (secondo te, arbitrariamente) è il più simile all'informatica allora è per quello e solo per quel titolo di studio che ha creato internet
e non è così
internet è stata creata da psicologi e militari
punto

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Non capisco dove vuoi arrivare.
dovresti dirlo tu, dato che TU hai ritenuto di dover parlare di 2 invenzioni di QUESTO secolo per poi citare 2 invenzioni del secolo scorso per non si sa bene quale motivo...
il mio punto è il solito, farti rendere conto che sai molto meno di quanto credi di sapere e che di quel poco ci hai capito meno di quanto credi
e che ci sono più fattori in gioco di quanti consideri e che il fattore laurea è del tutto non determinante (ma questo si è già dimostrato 3 o 4 volte per pagina, non credo che il problema sia la mancanza di dimostrazioni)
poi se tu chiarisci il tuo punto, vediamo se ha senso anche quello

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Ma quando? Vedi che è stato proprio il contrario.
Fu la ricerca scientifica a non essere più ristretta al settore militare (per via della guerra fredda) ed estesa alle università.
Del resto la ricerca scientifica dove vuoi farla, in pizzeria?
Ovvio che internet si è diffusa nelle università.
beata ignoranza
è stato il contrario da quando è uscito dai binari, quindi per quello che ne sai tu come utilizzatore dato che non sei un militare una spia o uno scienziato
arpanet è attiva nel 1969, uso militare (che non è pubblico)
presentata al pubblico nel 1972, prima nemmeno sapevi che esisteva
Internet come rete è arrivata solo negli anni '80 ad utilizzo di università e college (che non è pubblico)
internet come la conosci tu ovvero il World Wide Web arriva nel 1991 ed è una rete del CERN utilizzabile solo da centri di ricerca e scienziati (che non è pubblico)
non è stato rilasciato al pubblico prima del 1993 (che è pubblico, salvo che mancano ancora 5 o 6 anni perchè tutti abbiano un PC in casa)
il che significa che per circa 20 anni non è stato un cazzo "proprio il contrario"
è stato ad uso ristretto e, ovviamente, conseguente ristretto sviluppo
e sorpresa sorpresa il boom di internet arriva proprio dopo lo scadere dei 30 anni dalla creazione, nel 2000
quando, sorpresa sorpresa, tutti si aveva un personal computer in casa per poter accedere alla rete a fare cosa ti pareva

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Che è al 99% cazzeggio... complimenti per l'esempio, molto rappresentativo.
quindi il fatto che abbia rivoluzionato il mondo più dela lampadina lo lasciamo perdere perchè sua emminenza ha deciso che è al 99% cazzeggio
PS: ti faccio notare che gli esempi non li ho scelti a caso ma ho cercato proprio nelle statistiche di impatto mondiale le 2 invenzioni di maggiore impatto dal 2.000 in poi (cioè questo secolo, non quello passato) e ripeto che non scelgo a caso: una è software e una è hardware

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Zuckerberg ci ha fatto vagonate di soldi, d'accordo, ma non è che ha che abbia dato chissà che contributo alla qualità della vita.
quindi il fatto che sia il 90% del traffico mondiale lo lasciamo perdere perchè sua eminenza ha deciso in base ai suoi criteri arbitrari che secondo lui la qualità della vita è un'altra cosa che non comprende la comunicazione e la connettività
PS: faccio notare che le stesse identiche obbiezioni le ha subite INTERNET (esempio tuo) IL COMPUTER (sempre esempio tuo) LA TELEVISIONE, prima ancora LA CARTA, prima ancora LA SCRITTURA...
le STESSE IDENTICHE OBBIEZIONI
fatti 2 domande...

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: LinkedIn casomai, se lo si sapesse usare (in Italia non lo sappiamo usare) sarebbe una grande innovazione nel mondo del lavoro.
ecco, complimenti per esserti esibito nell'ennesima buffonata
linkdin che è pressochè inutile che lo usa un 5% della popolazione, che ha un'utenza paragonabile alla scoreggia di una scoreggia di instagram... però secondo te ha cambiato il mondo... perchè ha la "fama" (che poi è tutta una fama, non è vero per niente) di essere una cosa "accademica" e che da un "titolo"
cosa che prima di tutto è falsa e secondo anche fosse sta cercando di riciclare il vecchiume di cui questo mondo sta cercando con fatica di sbarazzarsi
ma è stata un'esposizione chiara della tua distorsione percettiva, quindi utile

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Con lo smartphone fai quello che faresti con un pc.
quindi il fatto che è la seconda invenzione di maggiore impatto mondiale (ripeto, non secondo me, ma secondo i dati statistici mondiali) dopo il social network per l'appunto, ce lo dimentichiamo perchè sua eminenza dice che è solo un pc con meno funzioni
PS: classico esempio in cui dati grezzi non contestualizzati non ti permettono di capire i concetti e nemmeno la loro portata
con lo smartphone non fai quello che fai da un PC
fai MOLTO MENO di quello che fai da un PC
ma lo fa:
1) molto più semplicemente e velocemente
2) in qualsiasi momento e luogo
che sono due cose che una mente scolpita e marchiata a fuoco da un sistema formativo jurassico e distruttivo per la capacità critica umana nemmeno considera
perchè "sulla carta" i PC fanno tutto quello che fa il telefono
perchè "sulla carta" le caratteristiche tecniche del pc sono superiori
perchè "sulla carta" i PC funzionano meglio, hanno meno problemi, maggiore potenza e interfaccia più semplice
salvo che poi nella realtà contano i fatti
e questi 2 fattori invece sono proprio quelli che hanno fatto dello smartphone l'hardware di MAGGIORE IMPATTO MONDIALE nella storia dell'umanità (ripeto, non idee mie, dati)
cambia tutto tra un dispositivo di pochi € accessibile da bambini da 8 anni in poi per strada e dal cesso rispetto a uno tecnicamente molto superiore ma costoso e poco accessibile

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Un pc è fatto più o meno allo stesso modo dagli anni '70
e ha sempre più o meno lo stesso impatto degli anni '70
certo però "è un PC" quindi deve essere "superiore" allo smartphone
è come se avesse la laurea
quindi lasciamo perdere che il 90% del traffico di rete e di soldi OGGI sia da smartphone
perchè "sulla carta" sono meglio i PC
i PC hanno i "titoli"

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: La tecnologia sta permettendo di fare transistor (quindi circuiti) sempre più piccoli, per cui, adesso, grazie alla tecnologia, il mio nuovo smartphone è quasi più potente e veloce del pc fisso da cui scrivo.
se credi davvero che sia questo il motivo per cui lo smartphone ha 200.000 volte l'impatto che hanno i PC sulla società e sul mondo, significa che non hai capito un cazzo della rivoluzione e nemmeno dei concetti di comunicazione e connettività dopo il 2000
e si vede anche da come archivi con "cazzeggio" i social network
porco dio
anche per me è molto più interessante avere dei robot che navigano marte in totale autonomia a 1 orbita solare di distanza
ma per quanto se andiamo a votare voto il rover marziano perchè lo preferisco in tutto e per tutto a facebook, DEVO rendermi conto della realtà e del fatto che facebook ha cambiato completamente il modo di vivere dell'umanità mentre arrivare su marte non ha cambiato niente per nessuno
per quanto IO PERSONALMENTE sia più interessato a marte
ma NON HA avuto l'impatto di un rutto su facebook
questi sono FATTI
non sono idee mie
sono dati
io, personalmente, ripeto, sono per il robottino a pannelli solari su marte
ma non sto dando mie opinioni arbitrarie qui
sto riportando dei fatti

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Casomai, l'innovazione di Apple fu col Lisa (il papà del Macintosh) che diffuse l'uso del mouse (idea di Xerox).
C'è da riconoscere che i pc della Apple ti costavano un rene, ma erano affidabilissimi, almeno fino agli anni '90.
continuiamo a parlare del secolo scorso
anzi del MILLENNIO scorso
non capisco cosa c'entri con le 2 invenzioni di maggiore impatto mondiale di questo secolo

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Ma senza transistor e internet comunque facevi una cippa.
ma che cazzo di stronzata è
ma sei serio?
e transistor e internet senza l'elettricità e la lampadina facevi una cippa
(tra parentesi, Thomas Edison, lampadina, faceva il macellaio, tra le altre tante cose che ha fatto senza avere una laurea in niente, quindi "chi la inventava la lampadina, un macellaio?" la risposta è sì, veditela tu allo specchio con la tua saccenza)
e la lampadina senza il fuoco e la ruota facevi una cippa
e dimmi che stracazzo di titoli di studio aveva quello che ha scoperto il fuoco e inventato la ruota adesso
ma porco dio
poi vuoi essere preso sul serio perchè hai "dei titoli" e "chi ha i titoli sa come si ragione"
certo, si è visto
sembra una classe di spacciatori del bronx di new york durante l'intervallo che si accoltellano per decidere chi è il rapper piùffigo
ma puoi dire ste cose consapevole di avere delle lauree e di vantartene pure?

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: L'ammontare dei danni che può provocare è che la televisione prenda fuoco durante la garanzia e muoia una persona.
Cauzione di 1 milione di euro.
no, potrebbe anche cadere un meteorite e distruggere la città
cauzione di 10 miliardi di €
sparala più grossa adesso
e poi presentami un elettricista che se mi incendia il televisore la sua assicurazione mi paga 1 milione di €
davvero, mi metterei a ridere se non mi facesse schifo vedere certe bassezze da dibattito politico da uno che pure dice di avere delle lauree ed è convinto che dimostrino la sua capacità cognitiva

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: A fine garanzia, col cazzo che la cauzione te la restituisco a fine lavoro.
dipende dal lavoro
piantala di prendere per il culo con ste cazzate facendo il finto tonto porco dio
non hai davvero un cazzo da fare nella vita

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: E' come se dicessi che la garanzia di un auto scade nel momento in cui esco dalla concessionaria.
dipende da quanto dura la garanzia e da che accordo hai fatto
se il nostro contratto prevede che dopo 1 giorno io mi ritengo soddisfatto è così
punto
la garanzia si contratta e anche quella ha un costo
se vuoi il tv riparato con 100€ la garanzia è 1 giorno
se no la garanzia è di 10 anni, ma la riparazione ti costa 1.000€
o qualsiasi tempo e cifra TU E LUI e SOLO tu e lui riteniate opportuna IN BASE ALLE VOSTRE ESIGENZE
nessun cambiamento delle cifre cambia il fatto che nel vostro accordo non ci deve mettere becco nessuno se non per garantire che sia rispettato COME LO VOLETE VOI
non come dico io

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: O la garanzia di un telefono scade nel momento in cui lo pago.
ci sono anche quelli
un telefono cinese lo paghi 5€ ma non hai la garanzia
e metti in conto che probabilmente tra 1 mese non ti va più
ma quella è una SCELTA TUA e DEVE RIMANERE una scelta ESCLUSIVAMENTE TUA

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: A parte l'assurdità che alla fine dovresti restituire 2 milioni di euro.
è un'assurdità solo se un coglione fa finta di non capire e si mette a sparare cifre assurde pensando che cambiando le cifre dia l'impressione di minare il ragionamento
cosa che non succede, come ha torto con una cifra ha torto con un'altra
e come non si convince da solo di aver ragione non convince nessuno
in compenso perde abbastanza tempo per poi far finta di non ricordarsi delle cazzate che ha scritto e si può sentire di avere "vinto" perchè ha avuto l'ultima parola, pur se era una parola a caso tanto per dire una cazzata
e RIPETO: presentami un elettricista la cui assicurazione mi paga un milione di euro

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Lo sai poi che la laurea "ad honorem" a Zuckerberg non ha valore legale?
ma chi se ne frega
anche avesse valore legale e SPIRITUALE tanto non conta un cazzo
Zuckerberg ci si pulisce il culo con quella laurea, ci arrivi?
Ci arrivi che uno che da solo, osteggiato dal sistema, cacciato dalla sua università e che da solo, contro tutti gli ostacoli senza nessuno ad aiutarlo ha cambiato il mondo nel modo più radicale della storia, delle stronzate che 4 cariatidi sedute al tavolo dei distributori di titoli decidono se ne sciacqua le balle
che un consiglio di sfigati che hanno passato la vita a nascondersi dietro titoli e parole, umiliato dai fatti, voglia tentare l'ultima disperata mossa in corner per far rientrare quello che li ha umiliati davanti a tutto il mondo regalandogli lo stesso attestato di sottomissione che gli altri pagano e si sudano, come se avesse qualsiasi valenza di inclusività, non sia la prima e nemmeno la centesima delle preoccupazioni di Zuckerberg che se la ride poi a casa a pisciarci sopra a quello stesso attestato, ci arrivi?
evidentemente non hai letto il discorso, che era la cosa importante
ma l'avevo già previsto che non l'avresti letto

(14-12-2018, 21:26 )Jumpy Ha scritto: Ma, temo, che dell'articolo che tu stesso hai linkato ti sia fermato a leggere solo il titolo...
ovvero quello che TU hai fatto
salvo poi sentirti pure in dovere di commentare qualcosa che non hai letto
e (come hai fatto più volte nel corso della discussione) senza sapere un cazzo associare a ME un comportamento tenuto da TE e SOLO da te, come nel caso di questo articolo (che io ho letto e tu no)
infatti non sai di cosa parla il testo (che io ho letto e tu no)
ovvero le parole di Zuckerberg riportate nell'articolo stesso (che io ho letto e tu no)
in cui fa un discorso (che io ho letto e tu no) fondamentale e sempre più condiviso da tutte le menti più brillanti del mondo
e che erano il senso del link (che io ho letto e tu no) che avevo previsto (correttamente) che non avresti letto, ma avresti commentato ugualmente nell'ignoranza più totale leggendo una parola del titolo e facendo finta su tutto il resto del post (che io ho letto e tu no)
e, ripeto, se questa è la metodologia di quelli che si fregiano delle loro molteplici lauree, siamo davvero a posto
chissà poi perchè l'italia va a scatafascio...
complimenti davvero!
Like Cita messaggio
#86
(15-12-2018, 0:22 )-Grey- Ha scritto: è un puro caso che io non abbia avuto la vocazione per fare il chirurgo

Però per scoprirlo devi guadagnarti la fiducia della società, fiducia tale da poterti mettere a disposizione attrezzature per milioni di euro.
Magari anch'io "scopro" che sono bravissimo a guidare in Formula 1... basta che mi regalino una monoposto.

(15-12-2018, 0:22 )-Grey- Ha scritto: quando dall'italia vanno in spagna per essere trattati come esseri umani? SPAGNA lo stesso paese dove la polizia picchia i ragazzi per strada se bevono da una bottiglia senza etichetta

Ogni paese hai suoi pro e contro.
In Spagna, nelle zone del Sud, è vero che vivi con due soldi, ma i servizi sono praticamente inesistenti.
Funzionano ancora peggio del Sud Italia... e vorrei vederci vivere, anche una settimana, una persona abituata all'efficienza dei servizi che c'è al Nord.
A Valencia con 2 amici, fummo fermati e perquisiti dalla polizia in stazione, perchè, scesi dal treno ci eravam accesi una sigaretta (lì nelle stazioni è vietato fumare, anche quando hanno spazi aperti).
In USA, il sogno di tutti, se non ti fermi ad un posto di blocco la polizia è autorizzata a spararti e anche ucciderti... fallo in Italia.

(15-12-2018, 0:22 )-Grey- Ha scritto: citami una volta in cui ti ho chiesto di fornire dati personali e ti do ragione

E' inutile che provi a rigirare la frittata: con me non la spunterai.
Sei tu che hai affermato di avere competenze e di insegnare non si capisce bene cosa e... ah già, avere venditori sotto di te.

(15-12-2018, 0:22 )-Grey- Ha scritto: tutti tranne i dipendenti statali non hanno un pizzo di 3.600€ annui fisso a prescindere da pagare anche se finiscono sotto un autobus... non si può mascherare da servizio sociale questa rapina dichiarata

La partita Iva per un singolo conviene se hai entrate elevate... davvero elevate, ed è così almeno da 20 anni.
In alternativa conviene mettersi in società.

E' il sistema pubblico che è malato, non il privato.
Nel privato ti/ci soffocano di tasse, per pagare gli stipendi agli impiegati pubblici anche se scaldano la sedia oppure strisciano il badge e dopo vanno a fare la partita di calcetto, oppure si mettono in malattia per andarsi a fare la settimana bianca.
E' chi lavora nel pubblico che è troppo "protetto" non è il privato ad essere malato.

(15-12-2018, 0:22 )-Grey- Ha scritto: nessuno ha chiesto allo stato di asfaltare la strada per il mio negozio, mi va benissimo lo sterrato

1 - al tipo che ha il negozio accanto al tuo magari non va bene;
2 - per strade e impianti pubblici il grosso delle spese non è per costruirle, ma per la manutenzione e i risultati di una scarsa manutenzione sono sotto gli occhi.
E' per questo che paghi le tasse, mica per costruirle.

Poi che ci siano i politici che ci mangiano... è un altro discorso.

(15-12-2018, 0:22 )-Grey- Ha scritto: è vivere in un sistema dove per non finire in galera o per strada DEVI aggirare la legge e le regole a rischio di sanzioni e violenza

Sfrutta le possibilità in più che offre il metterti in società. Non c'è bisogno di aggirare nulla.

(15-12-2018, 0:22 )-Grey- Ha scritto: che è una stronzata immane e rende sempre più evidente quanto siano regolati da IDIOTI patentati
questo e solo questo è il titolo che leggo: DIPLOMA DI IDIOZIA
Dottori in idiozia

Il motivo te l'ho scritto all'inizio: se devono affidarti un lavoro importante, senza conoscerti, prima guardano il titolo, poi il cv.
Me senza titoli, il tuo cv va diretto nel cestino.
Perchè come ti spiego da pagine, voglio persone che si assumono responsabilità verso terzi.

(15-12-2018, 0:22 )-Grey- Ha scritto: non sei molto informato allora
c'è posto per 4 idioti perchè sono i 4 idioti che si sono sottomessi a pagarsi il pizzo tra loro

Ah guarda, se ti serve aiuto a sputtanarli ulteriormente, non hai che da chiedere...
Perché so benissimo che sono arrivati a quello perchè, nel corso degli anni sonno successi numerosi episodi come questo:

Show ContentSpoiler:

Ovvio che se io, te e chissà quanti altri, sappiamo queste cose, sono stati "costretti" a bannarci tutti prima di ricostruirsi un'immagine, come stanno cercando (disperatamente) di fare.
Anche perchè, vedono i miei messaggi privati e sanno che:
Tizio ci siam scambiato il numero, con Caio siamo andati inseme a farci la pizza, con Sempronio ci facciamo le passeggiate in centro storico e  Pincapallo  è stato a casa mia.
Per evitare ulteriori sputtanamenti, se bannano me, sono costretti a bannare Tizio, Caio, Semprionio e Pincapallo.
Che è quello che hanno fatto: hanno tagliato fuori intere reti sociali.
Ma se ti metti nei loro panni, era l'unica cosa che potevano fare.

(15-12-2018, 0:22 )-Grey- Ha scritto: questo non c'entra niente, questo è quello che fai per essere il loro CIBO

Tanto più, è ancora peggio.
E' come se io pagassi non per andare dallo psicologo, ma già solo per avere il nome dello psicologo da cui andare.

(15-12-2018, 0:22 )-Grey- Ha scritto: in cosa vanno tu non lo sai e non lo saprai mai, sai solo cosa ti viene detto

Veramente con l'ordine ci ho anche lavorato... parlo perchè so.
L'ordine ha anche un regolamento interno, per evitare che qualcuno voglia speculare sulle attività dell'ordine.

(15-12-2018, 0:22 )-Grey- Ha scritto: ai livelli dirigenziali dell'ordine

Allora sei recidivo... stare nelle commissioni dell'ordine (di cui ho fatto parte) al di là di un "guadagno" in termini di prestigio e immagine e di sapere certe cose per primo, non ti porta chissà che rientri... anzi, son più rogne e perdite di tempo che altro.

(15-12-2018, 0:22 )-Grey- Ha scritto: ma anche il costo l'avessi pagato io o le avessi fatte io con 1 anno di lavoro e 1.000€ di materiali non cambia nulla, il problema non è quello
il punto è che IO HO UN PRODOTTO
o sta lì invenduto
o qualcuno lo vende
se tu sei un mio venditore
tu le vendi
prezzo minimo 10€
di tutto l'incasso facciamo a metà
se le tue vendite sono 0 il mio costo TUO come VENDITORE (senza stare a inventarti altre cazzate che col venditore non c'entrano niente per poi dire a me che sposto i problemi) è NULLO
sei a costo 0, se NON FAI NIENTE
tutto quello che vendi è in ATTIVO
quindi so che per ogni 5€ che pago a TE come venditore, io ne incasso 10€
e non ho NESSUN PROBLEMA di costi fissi da coprire, di scadenze da rispettare, o altro...

Queste, come al solito, sono tue fantasie, la realtà è tutt'altra.

Per realizzare delle teiere investi 1€ ed hai una catena produttiva che te ne fa 100 alla volta
(per venirti incontro trascuro i costi dei macchinari, dell'avviamento della produzione e i costi di manutenzione)

Quindi parti con 100 teiere da vendere e una perdita di 100€.
Finché non vendi, stai sotto di 100€.

Trovi un venditore.
(a parte che un venditore che accetti di lavorare per te senza anticipo spese o già sa che non le venderà o è un disperato).
Te le vende tutte a 10€ ciascuna.
(altra follia... ma non voglio complicare le cose).

Sono entrati in totale 10€x100teiere = 1000€.
La metà va al venditore = 500€ che è già il suo ricavo netto.
La metà resta a te (ma alla tua metà devi togliere i 100€ di produzione)
Tuo ricavo netto = 500€ -100€ = 400€
(il tuo venditore ha guadagnato più di te... ma vabbè)

Se te le fossi vendute da solo avresti avuto ricavo netto: 1000€-100€ = 900€
Ossia farle vendere ti è costato 500€.

Se il venditore non riesce a piazzarle, tu hai comunque 100€ di perdita.
Quindi il fatto che non venda per te è una perdita... anche se non gli paghi nessun anticipo.
Perché finché non sai se riesce a venderle oppure no, impedisce di venderle anche a te.
Te la cavi, infatti (che è quello che si fa nella realtà) o dandogli una scadenza o facendogli accettare che lo paghi se vende minimo  10 teiere (per consentire a te di rientrare con i costi di produzione)

Tra l'altro è uno dei motivi per cui conviene stare in società (avresti diviso dall'inizio anche i costi di produzione) invece che in proprio.

E tu lavoreresti nelle vendite?


(15-12-2018, 0:22 )-Grey- Ha scritto: Oskar Heil: insignito dottore in filosofia nel 1933 grazie al suo lavoro sullo spettroscopio molecolare
FILOSOFIA
certo che aveva studiato elettronica se poi ha costruito il transistor, che genialata
ha studiato anche musica, ma non ha inventato il violino
anche Bill Gates ha studiato informatica, ma per cazzi suoi
non mi stupirebbe scoprire che era macellaio part time, ma non serve
invece seve farti notare che nuovamente hai mancato il punto TOTALMENTE
il punto è, che cazzo c'entra mai un dottorato in filosofia con lo spettroscopio molecolare
la risposta è NIENTE

Veramente avevo fatto finta di non leggere perchè se dovessi farti notare i numerosi strafalcioni dovrei quotarti parola per parola.
Ma se insisti, mi costringi a farti fare l'ennesima figuraccia: che eri ignorante si era capito, così tanto ignorante... be' ancora no.

"Doctor of Philosophy" è il titolo che nei paesi anglosassoni si usa per l'equivalente italiano di "dottorato di ricerca"
Tra l'altro, l'abbreviazione PhD è talmente comune e diffusa che si usa anche in Italia.
Probabilmente, non sapendo cosa voglia dire "Doctor of Philosophy" e non conoscendo l'inglese, hai preso per buono quel che ti è uscito fuori da qualche traduttore automatico.

(15-12-2018, 0:22 )-Grey- Ha scritto: ma è stato reclutato per progetto arpa per un suo articolo di PSICOLOGIA (Man-Computer Symbiosis) che ha scritto come PSICOLOGO e in base al quale è stato selezionato per il progetto militare

Quindi un matematico e fisico che è anche psicologo sarebbe stato selezionato non perchè è matematico e fisico ma perchè è psicologo?
Come se dicessi che se mi chiamano a costruire un ponte è perchè so andare in bicicletta.
Ma dopo la perla sul PhD ormai da te mi aspetto di tutto: anche che appiccichi le ali ad un asino per dimostrare che vola.

(15-12-2018, 0:22 )-Grey- Ha scritto: Internet come rete è arrivata solo negli anni '80 ad utilizzo di università e college (che non è pubblico)

In USA a inizio anni '80 la connessione tra pc tramite modem e linea telefonica già era diffusa, neanche si chiamava ancora internet.
Internet, come è ora, si è diffusa quando sono stati unificati i protocolli di comunicazione.
In Italia, nel '95 già usavo internet, da te probabilmente, da ancora prima.
Fine anni '90 già fu il declino del "primo periodo" di internet perchè iniziarono ad accederci cani e porci.

(15-12-2018, 0:22 )-Grey- Ha scritto: quindi il fatto che sia il 90% del traffico mondiale lo lasciamo perdere

Il 90% del traffico dati son video porno.
Perché non diventiamo tutti pornostar?
Il traffico di Facebook rispetto a quello di Pornhub è da ridere, se vuoi fare un confronto in questi termini.


(15-12-2018, 0:22 )-Grey- Ha scritto: Thomas Edison, lampadina, faceva il macellaio, tra le altre tante cose che ha fatto senza avere una laurea in niente, quindi "chi la inventava la lampadina, un macellaio?

Edison come scienziato indipendente era notoriamente un disastro. Ha avuto la grande intelligenza di sapersi circondare di ricercatori e scienziati che lavoravano con lui.
Ha saputo fare squadra, questo si.

(15-12-2018, 0:22 )-Grey- Ha scritto: linkdin che è pressochè inutile

E' un social basato sul lavoro, ma come ti ho già scritto (ed hai appena dimostrato tu stesso) in Italia non sappiamo usarlo.
Ci sono anche social per ricercatori e di ricerca accademica se è per questo.

(15-12-2018, 0:22 )-Grey- Ha scritto: e poi presentami un elettricista che se mi incendia il televisore la sua assicurazione mi paga 1 milione di €

E' per questo che esistono le certificazioni su impianti ed apparecchi.
E' per questo che paghi l'assicurazione all'auto.
Per tutelare eventuali danni contro terzi.


(15-12-2018, 0:22 )-Grey- Ha scritto: le parole di Zuckerberg riportate nell'articolo stess

Il discorso è sempre il solito, di cui io stesso ti ho scritto pagine fa.
Per UNO come Zuckerberg che riesce a realizzare UN sogno (il suo) ce ne sono MILIONI che, abbandonando l'università nella speranza di realizzare un sogno, si sono trovati alla canna del gas, oppure (come i miei amici programmatori di cui ti ho già scritto) a trottare come purosangue e macinare codice su codice per arrivare a fine mese.

Poi... in Italia l'università non ti costa un cazzo rispetto agli USA, ovvio che lui parli in quel modo delle università.
Parliamo di circa 1000€/anno di tasse per un università pubblica in Italia, contro i 20000€ (ventimila) /anno per una università americana appena passabile (altrimenti si arriva anche a cinquantamila/anno).
You got your demons
You got desires
Well, I got a few of my own ...

https://www.youtube.com/watch?v=HePMuJE3w0s
Like Cita messaggio
  
  •  Precedente
  • 1
  • ...
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9(current)




Utenti che stanno guardando questa discussione:
1 Ospite(i)

Formazione (Chirurghi con la patente tarocca)0